Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Graziano Covati candidato sindaco per Forza Nuova a Brissago Valtravaglia

BRISSAGO, 12 aprile 2017-Forza Nuova Provincia di Varese annuncia la propria partecipazione alle imminenti elezioni comunali anche nel comune di Brissago Valtravaglia; il candidato sindaco sarà Graziano Covati, 38enne operatore olistico, padre di quattro figli, residente per anni in paese. Proprio Covati intende affermare: << da Forza Nuova ho accettato l’invito alla candidatura sia per condivisione ideale, sia per il piacere di poter impersonare un concreto progetto di rinascita del paese dal punto di vista comunitario, amministrativo ed economico. Come noto le istituzioni superiori dedicano sempre meno interesse alla sussistenza dei piccoli centri e l’impegno civico/amministrativo è sempre più “un affare per pochi”. Il mio progetto va nella direzione opposta: Brissago deve tornare ad essere accogliente, servito ed interessante sia per gli storici compaesani quanto per i nuovi residenti; interesse intendo anche sull’aspetto commerciale, economico, delle piccole attività artigianali- impegnandomi per il miglioramento delle condizioni fiscali, nell’accesso ai bandi, nella promozione. Lavorare a Brissago non deve essere una missione – e nel comparto della viabilità con una più frequente opera di manutenzione del manto stradale ed una serie di interventi mirati, in primis la costruzione di una piccola rotonda all’altezza dell’incrocio che porta a Roggiano, sulla statale 394 recente teatro dell’ennesimo grave incidente. Nella giornata di venerdì provvederò a rendere pubblica e a depositare in comune la lista dei candidati consiglieri al fine di poter aprire la relativa raccolta firme. Sabato invece recapiteremo ad ogni cittadino un primo documento programmatico >>

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 12 aprile 2017. Filed under POLITICA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *