Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cosimo “Mimmo” Mottura candidato sindaco per il centrosinistra a Cassano Magnago

CASSANO MAGNAGO, 15 aprile 2017- di SARA MAGNOLI

Cosimo “Mimmo” Mottura, a capo della lista civica autonoma “In Movimento per Cassano” è il candidato sindaco per il centrosinistra alle prossime elezioni amministrative di Cassano Magnago, sostenuto anche dal Partito Democratico che correrà accanto a lui e la sua compagine presentando una propria lista di partito con il simbolo.

L’annuncio è stato dato questa mattina in una conferenza stampa convocata al parco della Magana dallo stesso Mottura, accanto al segretario cittadino del Pd cassanese Tommaso Police e da altri quattro giovani che saranno candidati, in rappresentanza di entrambe le liste. Per il Pd erano presenti il ventenne Gianluca Ruggia e l’avvocato ventisettenne Francesco Falvo, per la lista In Movimento per Cassano altri due ventenni, Valerio Bevelacqua e Serafina Bianculli,annunciando anche la presenza accanto a loro di un diciottenne, Massimo Silvi, che a Cassano è stato anche sindaco del consiglio comunale dei ragazzi.

Molti giovani, ma non solo, per l’alleanza che si riunisce sotto lo slogan “Cassano Futura”: le liste sono annunciate con presenze diverse, rappresentative di tutte le categorie, pur puntando, appunto, su una componente “nuova”. E sulle presenza importante delle donne.

«La lista In Movimento per Cassano – spiega Mottura – è nata come lista ampia, con diverse anime anche ideologiche: lo riteniamo un valore aggiunto. Per quanto mi riguarda, difficilmente farò una campagna demonizzante verso gli avversari perché ho molto rispetto per chi “ci mette la faccia”. Mi auguro ci sia veramente un confronto politico più che il gossip».

Un momento della presentazione candidatura

Tra i punti programmatici che uniscono la lista civica e il Pd, le politiche giovanili, la viabilità, il rilancio del commercio con maggiore attenzione alle attività

Cosimo “Mimmo” Mottura

commerciali ed artigianali, l’aiuto alle famiglie, soprattutto a quelle con problematiche economiche e di salute importanti, un maggior accordo con i Comuni limitrofi, al di là del “colore”.

«Insieme – ha aggiunto il segretario cittadino del Pd Police – vogliamo condurre una campagna elettorale propositiva, senza polemiche strumentali o pettegolezzi che non ci interessano, e concentrandoci sulle cose da fare. Siamo ben consapevoli che, soprattutto in questo momento, con sempre meno risorse, non è facile amministrare un Comune: il nostro non sarà un programma faraonico, ma su cose pratiche e realizzabili».

E con una campagna elettorale in grado di coinvolgere il maggior numero possibile dei cittadini.

Con la città, lo stesso Mottura ammette di essere costantemente in contatto, anche per il suo lavoro: l’attività della sua famiglia, ormai dal 1955, è un’azienda commerciale nel settore vinicolo e nella distribuzione di acqua e birre. Lo stesso Mottura, 60 anni, ha studiato agraria specializzandosi nella viticultura ed è enologo. Sposato, due figli, nel 1992 ha fondato la Pro Loco cassanese e per anni ha fatto parte dell’esperienza dell’Unione attività cassanesi, muovendosi anche in senso solidale.

Sono dunque al momento quattro i candidati sindaci a Cassano Magnago: Mottura, appunto, per il centrosinistra con l’appoggio del Pd, il primo cittadino uscente Nicola Poliseno con, per ora, il sostegno di Forza Italia, lista civica Cassano Magnago, il gruppo Amici di Cassano Magnago, il movimento Io per la mia città e Fratelli d’Italia, Giovanni Battistella per la Lega Nord e Cosimo Esposito per il Partito Comunista Italiano. Ma su una lista ha annunciato da tempo di star lavorando anche Cassano Magnago Tricolore che però non ha ancora ufficializzato come correrà alle prossime amministrative.

s.magnoli@varese7press.it

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 15 aprile 2017. Filed under PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *