Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Furti e danneggiamenti, la questura di Varese intensifica i controlli di polizia in tutta la città

Controlli da parte di agenti della Polizia a piedi

VARESE, 3 giugno 2017-Il Questore della provincia di Varese, alla luce dei recenti furti e danneggiamenti di autovetture perpetrati su tutto il territorio di Varese, ha predisposto uno strategico perlustramento della città.

Alle 3 e 20  è giunta al 112 NUE una segnalazione di un utente che riferiva di aver subito – in via Sabotino – il danneggiamento del vetro posteriore della sua autovettura, nonché il furto di uno zainetto colore blu petrolio all’interno del mezzo.

Il richiedente ha precisato che mentre si avvicinava alla sua autovettura aveva notato due uomini ed una donna che abbandonavano celermente la scena del furto.

Le volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico di Varese grazie ad una capillare e meticolosa attività di controllo del territorio hanno individuato in via Aguggiari i tre sospetti corrispondenti alle precedenti descrizioni, i due uomini guardavano con fare sospetto l’interno di una Smart nella predetta via, mentre la donna rovistava dal finestrino lato passeggero.

Alla luce di ciò, con astuzia e grande professionalità, gli agenti sono riusciti a bloccare i due soggetti senza che gli stessi si accorgessero della loro presenza.

Colti dunque nella flagranza del reato, i tre marocchini hanno cercato di sottrarsi in tutti i modi all’arresto colpendo e minacciando ripetutamente gli agenti di morte. I poliziotti, dopo averli immobilizzati, li hanno condotti per gli accertamenti di rito presso gli uffici della Questura di Varese.

I tre sono stati trovati in possesso di un martelletto frangivetro, navigatore Tom Tom, uno zainetto colore blu petrolio e svariato materiale elettronico.

Il Tom Tom e lo zainetto sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari mentre tutto il materiale elettronico è stato sottoposto a sequestro penale per le successive indagini.

I tre dopo l’arresto sono stati condotti in carcere, presso le Case Circondariali di Varese e di Como.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 3 giugno 2017. Filed under Cronaca,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *