Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Gabriele Del Grande finalmente libero: atterrato all’aeroporto di Bologna

L’arrivo di Gabriele Del Grande (foto ANSA/GIORGIO BENEVENUTI)

BOLOGNA, 24 aprile 2017- Gabriele Del Grande è libero. Il reporter, regista e blogger di Lucca, di 34 anni, il 9 aprile scorso era stato fermato al confine con la Siria, dove stava facendo alcune interviste, e poi trattenuto in un centro di detenzione amministrativa in Turchia. Del Grande era giunto nel Paese il 7 aprile.
L’aereo di linea della Turkish air lines che lo ha riportato in Italia da Istanbul è atterrato all’aeroporto di Bologna – LA DIRETTA FOTOGRAFICA Il reporter, accolto dalle autorità e dai familiari, è apparso sereno.
Saluto i giornalisti in carcere
“Sto bene, il problema è stata la detenzione, la privazione della libertà personale. Non ho subito alcun tipo di violenza (VIDEO)“, ha detto Gabriele Del Grande ai cronisti a Bologna. “Sono stato vittima di una violenza istituzionale. Quello che mi è successo è illegale, un giornalista privato della libertà mentre sta svolgendo un lavoro in un paese amico”, ha spiegato. “Non ho ancora capito perchè sono stato fermato, gli avvocati cercheranno di capirlo” ha detto Del Grande. Il giornalista ha ribadito di non aver subito alcun tipo di violenza: “non mi è stato torto un capello” e ha precisato che a fermarlo sono stati “agenti in borghese”, per cui non è riuscito a capire se fossero poliziotti o militari. “Sono stato fermato e sono uscito stanotte dal luogo dove mi trovavo” ha spiegato.
“Ringrazio tutti, anche chi a livello turco si è mosso per me, dall’ambasciatore al ministro degli esteri della Turchia. Oggi fortunatamente sono libero– (ANSA)

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 24 aprile 2017. Filed under Cronaca,Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *