Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Eterea”,, mostra di Mauro Pipani allo Spazio Lavit

VARESE, 26 aprile 2017-La Spazio Lavit presenta Eterea la personale di Mauro Pipani, curata da Camilla Boemio, con il patrocinio del Comune di Varese ed in collaborazione con l’Associazione Culturale Parentesi.

La mostra, che aprirà al pubblico dal 29 aprile alle ore 18, racchiuderà i lavori realizzati dal 2015 fino ad oggi. Il programma è stato delineato in vari appuntamenti, come la seconda opening prevista per sabato 6 Maggio, sempre alle 18, nella quale la critica Camilla Boemio presenterà il progetto, e guiderà la conversazione con l’artista Mauro Pipani. Nella stessa occasione verrà presentato, anche, il libro d’arte dal titolo “Al porto del paese c’era un pesce grigio”; composto da 40 copie firmate, che contengono ognuna un opera 25×30 cm con un testo di Francesca Battistini ed una presentazione di Maria Elena Danelli  che introduce alla poetica dell’artista. Il libro d’arte è realizzato da edizioni GaEle .

La mostra attraverso l’installazioni, i disegni e le latte liquide, esplora una narrazione site-specific nella quale prendono forma sia lavori noti dell’artista che ulteriori, appositamente realizzati per la galleria. Una mappatura del paesaggio segnata e attraversata da stratificazioni di garze e carte usate, di colori sporchi, diafani, nei quali il quotidiano viene magistralmente ridisegnato, per diventare altro. Eterea è uno spazio mentale estetico, riportato sulla tela, nel quale possiamo intravvedere e sentire il diramarsi di nuovi racconti.

Come introduce la Boemio: “Pipani non cerca di offrire dichiarazioni radicali; piuttosto, come si esegue nelle sue composizioni, espande un sottile ‘romanticismo non nostalgico sempre sul confine dell’abbandono’, nel quale la comprensione dei particolari, dei frammenti e dei paesaggi della vita quotidiana generano una visione del momento, alternando atmosfere immaginifiche a trasposizioni del sublime. Da forma ad un complesso intreccio di sentimento, percezione e comprensione nei quali si dirama il significato. La loro gamma, poi, è composta dalla coscienza, in quanto si posa sui fatti tangibili del mondo, si fonde ai materiali, ai colori, che incontra trasformando ciò che vede.”

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 26 aprile 2017. Filed under Arte. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *