Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Con “Narratè” la lettura viene scandita dal tempo di infusione e con aromi diversi

Adriano Gianini mentre sorseggia un…”Narratè”

MILANO, 2 maggio 2017 – di SARA MAGNOLI

Giusto il tempo di preparare un tè. O meglio, un “Narratè”.
L’idea, semplice e geniale al tempo stesso, è venuta ad Adriano Giannini, originario della Toscana ma che vive con la moglie a Milano. Architetto creativo, esperto di marketing, e, soprattutto, amante di una buona camomilla serale. E sai che noia aspettare il tempo necessario per l’infusione leggendo ogni volta la bustina per ingannare l’attesa.
Così è nato il “Narratè”, diventato anche editore: creare un racconto della lunghezza di cinquemila battute, che si leggono proprio nello stesso tempo durante il quale la bustina deve restare nell’acqua bollente. 
Uno strumento di engagement culturale straordinario. Ma che non finisce qui. 
“La filosofia dei testi – spiega Giannini- nasce da una modalità: raccontare in cinque minuti un tema, un luogo, una persona individuandone l’essenza, che è il cuore, il nocciolo”.
L’approccio editoriale e culturale propone tè da Bologna, Milano, Roma, Firenze, Pompei. Ma anche un tè con Dante o alla scoperta del buddismo, iniziando ad affrontare in poche righe i grandi temi culturali oltre alla narrativa in sé. E poi il tè noir e quello per i bambini.
Per ciascuna storia, la miscela è composta da essenze che in qualche modo parlano di ciò che si racconta.
“Perché – conclude Giannini – quello che ci piace è proprio raccontare i valori che ci sono dietro al brand”.
s.magnoli@varese7press.it
image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 2 maggio 2017. Filed under MILANO,Spettacoli&Cultura,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *