Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Dipinto di Valaperta dal Museo Civico in “trasferta” a Bergamo

Il dipinto di Valaperta

VARESE, 11 maggio 2017 – Un’opera del patrimonio artistico varesino sarà esposta a Bergamo per la mostra dal titolo “Raffaello. Intorno al San Sebastiano della Carrara”.  Si tratta del dipinto di Francesco Valaperta: “Raffaello e la Fornarina”, esposto al Museo Civico del Castello di Masnago di Varese. L’opera è stata chiesta in prestito al Comune di Varese per essere esposta durante la mostra che si svolgerà nella “Città dei Mille” a partire da dicembre 2017 e fino al 2 aprile 2018. La mostra bergamasca è curata dagli storici dell’arte Emanuela Daffra e Maria Cristina Rodeschini. Il quadro del Valaperta, di cui il Comune di Varese ha concesso il prestito, può essere ammirato dai varesini nella sala dedicata all’800 lombardo, presente nel Museo Civico del Castello di Masnago, tra cui appare anche il dipinto della collezione di Francesco Hayez.

“Si tratta di un importante riconoscimento per il patrimonio artistico varesino – afferma Roberto Cecchi, assessore alla Cultura del Comune di Varese -. Il fatto che le nostre opere che ogni giorno possono essere ammirate nei Musei Civici di Varese, vengano richieste da importanti mostre che si svolgono in grandi città è un segno di un cambiamento di come la nostra città, e la cultura che è in grado di esprimere, inizi ad essere percepita in Italia. Far circolare idee e opere è di fatto uno dei migliori modi per accendere i riflettori sulla città e far conoscere Varese e le sue ricchezze artistiche e culturali. Intanto sta proseguendo il lavoro del Comune per realizzare una importante mostra nella nostra città”.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 11 maggio 2017. Filed under Arte,Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *