Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Porte aperte a bambini, genitori e cittadini in visita oggi al Nuovo Ospedale Del Ponte

VARESE, 13 maggio 2017- di GIANNI BERALDO

Il taglio del nastro con Chicco, il papà Giorgio e don Roberto

Attendeva da parecchio tempo (vent’anni a essere precisi) questo momento Emanuela Crivellaro presidente della Fondazione Il Ponte del Sorriso.

Stiamo parlando dell’inaugurazione avvenuta oggi del Nuovo Ospedale Del Ponte, Polo Materno infantile d’eccellenza che dovrebbe divenire uno dei principali poli pediatrici a livello regionale.

In realtà il taglio del nastro per questo nuovo complesso ospedaliero è già stato ufficializzato lunedì 8 maggio, al cospetto di numerosi politici e rappresentanti istituzionali ma pochi cittadini quelli che in fondo sono i veri protagonisti.

Tanta gente oggi ha voluto visitare il nuovo Del Ponte

La presidente Crivellaro ha pensato quindi  di realizzare questa mattina un’altra cerimonia inaugurale-più sobria nella sua realizzazione ma decisamente più allegra rispetto a quella “istituzionale- dove i protagonisti principali sono divenuti i bambini con i loro genitori e tanta gente comune che ha voluto così abbracciare idealmente questo grande progetto nato da un’idea, passione, volontà e costanza della stessa Fondazione e di chi la rappresenta ogni giorno.

IL PARERE DELLA GENTE IN VISITA

<<Ora l’ospedale esiste, presto i bambini potranno vivere qui il loro percorso di malattia giocando e questo è molto importante. Un ambiente sereno aiuta a guarire e un sorriso può fare davvero tanto. Noi qui regaleremo tantissimi sorrisi, sperando insieme a loro e genitori la pronta guarigione>>, dice la presidente Ponte del Sorriso.

Nuovo taglio del nastro affidato a Chicco, ragazzo 29enne rimasto però per sempre incapsulato nel fisico di un bambino causa malattia rarissima, tra i veterani dell’ospedale varesino con il suo primo ricovero datato 1988.

Con lui papà Giorgio che ha speso parole emotivamente molto toccanti nei confronti del Ponte del Sorriso e tutti i suoi volontari, senza nessun velo di malinconia o utilizzando frasi retoriche ma, anzi, incoraggiando tutti i genitori a rendersi disponibili dando una mano perché questo ospedale possa funzionare sempre meglio. A seguire poche parole di circostanza da parte della Crivellaro e don Roberto (parroco dell’ospedale che ha benedetto la struttura).

Unico neo l’assenza del sindaco Davide Galimberti frenato da impegni istituzionali dell’ultima ora, nonostante avesse confermato la sua presenza nei giorni scorsi.

Poi il “libera tutti” con la gente a visitare i moderni reparti del Padiglione Michelangelo con aria ammirata da tanta bellezza ma soprattutto sostanza.

Volontari accompagnano i visitatori tra i reparti

Ricordiamo che l’attuale Padiglione Michelangelo non è ancora attivo,  con la prima parte relativa a trasferimenti dei reparti allocati ancora nel vecchio ospedale che  dovrebbe essere completata verso la fine del prossimo mese di luglio.

In programma inoltre una terza fase lavori che prevedono una serie di ambulatori e laboratori specializzati.

Ma sulla loro effettiva realizzazione serpeggia qualche perplessità

direttore@varese7press.it

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 13 maggio 2017. Filed under Sanità,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *