Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Aldo Taddeo nuovo presidente Varese Calcio: “Riporteremo la società ad alti livelli valorizzando il settore giovanile”

Aldo Taddeo con Basile

VARESE, 2 giugno 2017-Assumo oggi l’incarico di Presidente del Varese Calcio con gli obiettivi che fin dall’inizio hanno caratterizzato il mio avvicinamento alla Società e cioè:

– Lo sviluppo e la crescita del settore Giovanile;
– Lo sviluppo e la valorizzazione di Varesello;
– Preservare nel tempo l’esistenza del Varese Calcio;
– Il raggiungimento di risultati sportivi all’altezza del Club e della Storia della Città.
Per questi obiettivi abbiamo già strutturato una serie di attività che permetteranno alla Società di affrontare con la dovuta serenità le sfide che si presenteranno sia dal punto di vista sportivo sia dal punto di vista del consolidamento e rafforzamento societario, valorizzando il “Brand” Varese Calcio e permettendo alla Città di poter continuare nel tempo a tifare per i propri colori e per la propria storia Sportiva.
Mi rammarico che non siano riportati con la dovuta rilevanza gli impegni economici che sino ad oggi, come rappresentanti della Maggioranza del Varese Calcio, sono stati sopportati per permettere alla Società di affrontare la Stagione appena conclusa, dando invece risalto a polemiche e strumentalizzazioni “Di parte” che ledono l’immagine della Società.
Per questo sotto la mia Presidenza non verranno più tollerate azioni e dichiarazioni lesive degli interessi, del nome, dell’immagine e del “Patrimonio” del Varese Calcio, come quelle rilasciate ad alcuni organi di stampa da parte di componenti della Società, dando il più ampio mandato ai legali della Società di valutare le più opportune azioni a tutela della stessa”.
Varese Calcio
Presidente
Aldo Taddeo
image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 2 giugno 2017. Filed under Sport,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *