Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Premiati vincitori concorso fotografico “Movimento”: il ricavato per centro medico nel Congo

CASTELLANZA, 24 aprile 2017– Premiati ieri, domenica 23 aprile, i vincitori del primo concorso fotografico “Movimento” organizzato da Act For Life Onlus, in collaborazione con lo studio fotografico Frigerio di Gallarate e Marn’Arte.

L’associazione castellanzese della presidente Gina Di Dato, grazie all’occhio professionale del fotografo Carlo Frigerio, ha portato sul podio, per il tema Movimento, Gianluigi Rozzoni con “Ironia”. A decretarne la vincita sono stati lo studio con il quale è stato creato lo scatto, la fantasia e la tecnica molto differente rispetto alle altre foto in gara. Al secondo posto Isella Bellotti con “Il Volo” e al terzo Giuliano Lavazza con “Esibizionismo”. Per il tema libero, invece, ha conquistato il primo posto Rosetta Bertolizio con “I fiori nel futuro… sono un ricordo” per l’idea, l’impatto emotivo che genera la foto e il significato profondo legato ad essa. Al secondo posto Micaela Bagnolo per “Verso la Luce” e, al terzo, Matteo Codarri con “La caccia del Pescatore”.

Grazie al ricavato di questa iniziativa culturale il gruppo continua il finanziamento per realizzazione del Centro Medico nella Repubblica democratica del Congo, che fornirà assistenza medica a circa 2000 persone dei villaggi intorno a Nkoko.

Al concorso, aperto a tutti i fotografi non professionisti e senza limiti di età, hanno partecipato 16 concorrenti con 38 fotografie in totale. Tutti gli scatti ricevuti saranno esposti dal 29 aprile al 6 maggio tra le mura del Bar Sympathy di Marnate (Largo Giovanni XXIII).

Per informazioni sull’associazione: www.actforlife.it

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 24 aprile 2017. Filed under Arte,PROVINCIA,Sociale. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *