Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Alessandra Grossi (FI): “Pedonalizzare alcune vie del centro crea solo caos e code d’auto”

Alessandra Grossi

VARESE, 10 giugno 2017-Leggo e sento, oggi, innumerevoli commenti negativi relativi alla pedonalizzazione programmata di diverse vie del centro di Varese, incluse la Via Volta e la Via Sacco – snodi cruciali per la fluidità del traffico cittadino – nella serata di ieri, venerdì 9 giugno, e di oggi, sabato 10.

Pur essendo concettualmente a favore della pedonalizzazione temporanea di alcune vie ritengo che, in assenza di eventi, o quanto meno di una programmazione ben concertata con i titolari delle attività commerciali presenti nelle vie interessate, questo genere di iniziative siano tutt’altro che produttive, generando addirittura gravi disagi alla viabilità. La pedonalizzazione di un’area quale quella di Via Sacco avrebbe senso soltanto qualora fosse funzionale alla fruizione di un evento o di un certo numero di servizi che, tuttavia, quella zona non offre. Inoltre, l’estensione dell’area pedonale oltre i suoi confini attuali verso la Via Sacco è, oltre che essenzialmente inutile, anche dannosa nei confronti del centro, dei suoi commercianti e degli automobilisti che, come accaduto ieri sera, si sono ritrovati “imbottigliati” nel traffico (n.b. non ultimo, è anche dimostrato che, nel traffico urbano, i veicoli in coda generano più polveri sottili rispetto ad un traffico scorrevole).

A mio modo di vedere, sarebbe più opportuno ampliare e potenziare il centro che già c’è (Piazza Montegrappa, Corso Aldo Moro e dintorni). Se si vuole rendere la città più viva e più vivibile, la progettualità deve partire dalle basi.

Come già detto in una mia precedente intervista di alcuni giorni fa, l’Amministrazione dovrebbe innanzitutto portare eventi sulla città e puntare sul dialogo con i commercianti, dando a questi ultimi degli incentivi affinché possano anch’essi contribuire a rendere più “viva” la città. Il Comune dovrebbe iniziare a vedere – e trattare! – ogni singolo cittadino come proprio partner, tanto nelle fasi di progettazione, sviluppo e implementazione dei progetti della città e per la città, senza calarli dall’alto, apparentemente sottovalutandone le ricadute – positive ma anche negative!

Così come in ambito edile le costruzioni non si realizzano partendo dal tetto, bensì dalla costruzione di solide fondamenta, così per lanciare e/o rilanciare una città, bisogna partire dal rilancio delle basi per arrivare al rilancio dell’intera città.

Alessandra A. Grossi – Coordinatrice Donne Forza Italia Varese

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 10 giugno 2017. Filed under Lettere Al Direttore,POLITICA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *