Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Vendevano cocaina tra i bar del centro città: arrestati due italiani

Spaccio di cocaina durante la movida varesina

VARESE, 17 giugno 2017-Incessante l’attività di controllo degli uomini e delle donne della Polizia di Stato in servizio alla Questura di Varese negli ultimi giorni. Altrettanto persistente lo scopo del Questore della provincia di Varese Giovanni Pepè di mantenere un elevato livello di attenzione al fine di consentire l’ordinato svolgimento della vita democratica ad ogni cittadino e poter esercitare i propri diritti nonchè godere delle libertà fondamentali riconosciute dal nostro ordinamento costituzionale.

Nella serata di ieri 16 giugno  la Squadra Mobile –Sezione Antidroga- della Questura di Varese, ha tratto in arresto una coppia di cittadini Italiani, L.A di 32 anni incensurata e G.S. di anni 33, pregiudicato.

In particolare, a seguito di intensa attività di monitoraggio del centro cittadino finalizzato a contrastare lo spaccio di droghe destinato alla così detta “MOVIDA” personale della Sezione antidroga, nella serata di ieri, “ha agganciato”, tra i locali in quel momento gremiti di giovani, una coppia sospetta intenta a fornire agli avventori dei vari esercizi pubblici, piccoli oggetti in rapidità, ritenuti singole dosi di cocaina.

Effettivamente, dopo uno di questi incontri, il personale ha deciso di intervenire bloccando la coppia, senza riuscire nel medesimo intento con il consumatore e, il controllo su strada, ha permesso di rinvenire 5 dosi di cocaina e alcune banconote da 50 euro nella borsetta della donna, ritenute il provento dello spaccio serale. L’ipotesi investigativa che i due fossero piccoli spacciatori locali, è stata successivamente confermata dal cliente allontanatosi all’atto del controllo, peraltro già conosciuto quale assuntore abituale di cocaina il quale, rintracciato, ha confermato di aver poco prima acquistato una dose di cocaina.

Il controllo è stato esteso anche presso il domicilio di entrambi ed ha consentito di rinvenire ulteriore stupefacente, del tipo cocaina, hashish e marijuana, oltre ad un bilancino di precisione, vario materiale per il confezionamento delle singole dosi e i classici foglietti manoscritti riportanti cifre e nomi, riconducibili a potenziali debitori.

A seguito di quanto accertato, i due giovani sono stati tratti in arresto per spaccio e detenzione ai fini di spaccio e, su disposizione del PM di turno Dott. Massimo POLITI, associati rispettivamente la donna ai domiciliari e l’uomo presso la locale Casa circondariale.

Momenti di particolare tensione si sono avuti durante la perquisizione domiciliare effettuata a carico della ragazza la quale, avendo percepito la seria possibilità di finire in carcere, impugnando un paio di forbici presenti nella sua camera, ha minacciato gli Agenti di autolesionarsi fino alla morte in caso di detenzione carceraria. Solo la calma e determinazione mostrata dagli operanti nel trattare la delicata vicenda, ha evitato che la situazione degenerasse, permettendo così di ultimare l’atto di P.G.

È l’ennesimo arresto, effettuato dalla Polizia di Stato, che fa emergere un dato preoccupante, ossia che molti giovani, introdottisi nell’ambiente del consumo di droga, fanno il così detto “salto di qualità”, ponendosi a loro volta quali nuovi spacciatori di piccolo calibro, ruolo particolarmente difficile da mantenere a lungo tempo, senza venir scoperti. L’atto compiuto dalla ragazza, che fino a quel momento era incensurata, è di per se la logica reazione di chi, in una frazione di secondo, realizza che ciò che ha commesso fino a quel momento, porta solo ad avere conseguenze giudiziarie.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 17 giugno 2017. Filed under Cronaca,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *