Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Finisce a Reggio Emilia l’avventura dei Blue Storms Busto Arsizio

BUSTO ARSIZIO, 18 giugno 2017 – Finisce a Reggio Emilia l’avventura dei Blue Storms in questa fase finale del Campionato di Seconda Divisione. Finisce 21 a 14, dopo una partita equilibratissima e decisa, come spesso accade, da alcuni episodi capaci di segnare in modo inequivocabile l’esito finale. Il primo, subito ad inizio match, con Andrea Fimiani che varca l’endzone avversaria in modo netto e poi perde la palla a contatto con il terreno. Il TD è chiaro per tutti (fotografi inclusi, che hanno immortalato l’attimo…) tranne che per chi conta, cioè la crew arbitrale, che invece ravvede un fumble, poi riportato in TD (annullato per fallo) dagli Hogs! Sono le prime scintille di una partita comunque bellissima e molto corretta, dove a dominare è stato il fair play di due squadre che si rispettano, dentro e fuori dal campo. Gli Hogs, che due anni fa avevano dominato la sfida contro i Blue Storms, vincendo poi anche il Campionato, questa volta sono parsi avversario temibile ma alla portata dei bustocchi, che sono usciti dal campo a testa alta e con la consapevolezza di aver finalmente raggiunto un livello tecnico adeguato in ogni reparto. “Vedo un bicchiere mezzo pieno perché l’aver combattuto alla pari con una delle squadre da sempre ai vertici della Seconda Divisione e ragione di grande orgoglio”, commenta il Presidente Fabio Parma. “Ma al tempo stesso pesa il bicchiere mezzo vuoto, perché ancora una volta abbiamo mancato l’appuntamento che conta di più, la finalissima”.

La cronaca della partita vede i padroni di casa andare a segno nel primo quarto con una corsa di 1 yard di Fiorillo, dopo un lunghissimo drive d’attacco. Nel secondo quarto di gioco l’attacco dei Blue Storms va a segno con uno splendido TD pass di Fimiani su Pietro Turati, poi trasformato dal solito, infallibile Alessandro Robustellini. Nemmeno il tempo di gioire per il momentaneo pareggio, però, perché lo special team dei reggiani sfodera una prestazione maiuscola sul kick off return regalando al proprio attacco una posizione di campo più che favorevole, che gli Hogs sfrutteranno perfettamente andando a segno con una corsa di De Cicco. Iotti trasforma e i padroni di casa tornano in vantaggio: 14 a 7 e halftime.

Nessuna segnatura nel terzo quarto di gioco, ma attacco dei Blue Storms in grande spolvero, almeno fino alla “red zone”. Qui altro episodio decisivo: come spesso è accaduto in questa stagione, il bel drive offensivo non riesce a culminare in touchdown e sarà un errore che costerà tantissimo ai bustocchi. La passa palla agli Hogs, che riescono a varcare per la terza volta l’endzone dei Blue Storms e a portarsi sul 21 a 7. In casa di Busto Arsizio, però, nessuno ha intenzione di ammainare le bandiere e, memori dell’impresa della scorsa settimana, si tenta la rimonta. Andrea Fimiani sale in cattedra, semina il panico tra i difensori degli Hogs e poi manda in TD con un gran lancio Carlo Varini. Robustellini trasforma e si va sul 21 a 14. Il coaching staff bustocco tenta il tutto e per tutto e chiama un onside kick, magistralmente eseguito da Robustellini, che riconsegna la palla all’attacco: sugli spalti il trionfo dell’incredulità, con i sostenitori dei reggiani ammutoliti e quelli dei Blue Storms pazzi di gioia…Ci provano i ragazzi di Giovanni Ganci, ci provano fino in fondo ma la difesa degli Hogs blocca l’offensiva dei Blue sulle 35 yard e con il loro attacco nuovamente in campo fa correre il tempo e chiude i giochi.

Sugli scudi il reparto difensivo dei Blue Storms, autrice della prestazione forse più bella e convincente dell’intera stagione: “La nostra difesa ci ha tenuto sempre in gioco, concedendo solo 21 punti ad un attacco che era abituato a chiudere le partite già nel primo tempo. Purtroppo il nostro attacco non è riuscito a concretizzare tre occasioni in red zone e in partite così importanti sono situazioni che pesano come macigni!”. Ha tanto amaro in bocca Riccardo “Acido” Lo Presti, offensive coordinator dei Blue Storms, che aggiunge: “Un’altra stagione che purtroppo non ci vede arrivare in finale, nonostante la bontà della rosa dei nostri giocatori. Ci siamo riconfermati nell’élite delle squadre di Seconda Divisione ma adesso dobbiamo fare un passo in più. Un applauso a tutti i giocatori, che hanno dato il massimo durante tutta la stagione, e grazie anche ai nostri sostenitori, numerosissimi anche a Reggio Emilia”.

L’omaggio a Enea

Così Giorgio Sivocci, offensive coordinator: “Provo molto rammarico, perché ci siamo andati molto vicino. Siamo mancati tecnicamente in un paio di situazioni fondamentali e di questo me ne assumo la responsabilità. Sono orgoglioso dei giocatori, hanno dato tutto quello che ho loro chiesto senza mai lamentarsi. La maggior parte di loro sono con noi da meno di due anni eppure hanno imparato tantissimo. Considero un segno di gran rispetto che ogni squadra che affrontiamo cambi la difesa per noi. Ma noi 3 TD li facciamo sempre.”

Tanta delusione anche per l’HC dei bustocchi, Giovanni Ganci: “Un po’ di amarezza per aver perso con una squadra favorita per vincere il Campionato, viste le occasioni sprecate e qualche decisione arbitrale non favorevole. Un touchdown trasformato in fumble nel primo drive e due viaggi dentro le loro dieci senza mettere punti a referto hanno segnato in negativo la nostra partita. Incredibile come i ragazzi, sotto 21-7, non si siano dati per vinti e dopo aver segnato, abbiano ricoperto l’onside kick e giocato il drive per il pareggio con tre minuti sul cronometro. Due anni fa, sullo stesso campo, eravamo usciti battuti nettamente. Quest’anno ce la siamo giocata fino alla fine: segnali di una crescita evidente della squadra”.

A margine, da sottolineare il bel gesto dei Blue Storms, che a due anni dalla scomparsa di Enea Codeluppi, giovane atleta degli Hogs, hanno voluto aprire l’incontro consegnando alla famiglia del giocatore un mazzo di fiori: il rispetto per l’avversario significa anche questo…

Il weekend di football dei Blue Storms si è chiuso con l’ottima prova delle Tempeste in Coppa Italia: oggi a Parma, infatti, le ragazze guidate da coach Alessandro Di Lorenzo hanno sfoderato una prestazione maiuscola portando a casa 2 vittorie, un pareggio e una sola sconfitta, rispettivamente contro Cudere Grosseto, Vipers Modena, ancora Cudere e Panthers Parma. La crescita tecnica di tutte le atlete è apparsa evidente e questo fa ben sperare in vista dell’avvio, a fine luglio, del Campionato Italiano di Flag Senior.
Questi i risultati:

Panthers Parma vs Tempeste 35-18
Tempeste vs Cudere 35-19
Cudere vs Tempeste 13-13
Tempeste vs Vipers 13-0

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 18 giugno 2017. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *