Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’azienda MAM di Morazzone licenzia 90 lavoratori: una vicenda tristissima e grave

MORAZZONE, 21 giugno 2017 -di GIANNI BERALDO

“L’obiettivo primario di MAM Collettori è “la soddisfazione del Cliente”. MAM Collettori considera elemento chiave comprendere le necessità dei propri clienti per giungere a soluzioni di successo. Flessibilità, capacità produttiva e competenze delle maestranze, unitamente alle avanzate attrezzature di fabbricazione e controllo, assicurano prodotti di ottima qualità e tempi di risposta immediati”.

Così recita una parte della presentazione sul sito online della grande azienda meccanica di Morazzone, che proprio oggi ha annunciato di volere licenziare ben 90 lavoratori.

Presentazione che evidenzia come l’obiettivo primario della MAM sia ovviamente quello di soddisfare il cliente ma qualcosa probabilmente è andato storto in questi ultimi mesi a livello di fatturato, perchè lasciare a casa quasi cento dipendenti in una volta sola è una botta tremenda, che si riflette direttamente pure sulle loro famiglie.

Una situazione gravissima che non può essere solo determinata dalla crisi perenne, ma vi deve essere qualcos’altro che giustifichi (ma si potrà mai giustificare) una simile decisione da parte dei titolari.

Ora bisogna che tutti quelli che hanno mezzi e autorità si attivino per tutelare tutte queste persone, la cui vita potrebbe cambiare in negativo senza che nessuno batta ciglio.

A questo punto deve intervenire la politica con i suoi massimi rappresentanti territoriali e regionali perchè il tutto non si trasformi in un triste deja-vù al quale purtroppo ci stiamo abituando da troppo tempo.

Il consigliere regionale del PD Alessandro Alfieri ha chiesto un incontro con l’azienda e le parti in causa in Consiglio regionale. In particolare Alfieri chiede un’audizione in Commissione Attività Produttive con le organizzazioni sindacali, le associazioni di categoria, l’azienda e gli enti locali coinvolti.

 «Come per altre realtà sul territorio – commenta Alfieri – la situazione della MAM è molto delicata perché i licenziamenti impatterebbero pesantemente sul territorio, dato che gran parte dei lavoratori provengono dallo stesso comune di Morazzone e dintorni. È necessario che da parte di tutti gli attori coinvolti ci sia una reale volontà di confronto per cercare una soluzione condivisa che tuteli i lavoratori».

Di iniziative politiche da mettere in attimo fin da subito ne parla anche il capogruppo dei “Civici e Democratici” in consiglio provinciale Paolo Bertocchi «La notizia ci preoccupa e non poco, ora le istituzioni devono fare la loro parte per evitare un impatto pesante per il territorio. Bene ha fatto il consigliere Regionale Alessandro Alfieri a chiedere subito l’intervento di Regione Lombardia per promuovere l’audizione in commissione Attività produttive dell’azienda, delle organizzazioni sindacali, delle associazioni di categoria e degli enti locali coinvolti». Poi aggiunge «Come Provincia di Varese esprimiamo totale vicinanza ai lavoratori della MAM. Siamo pronti a fare la nostra parte qualora Regione Lombardia chieda il nostro supporto. Ci appelliamo al senso di responsabilità di tutti gli attori coinvolti – conclude Bertocchi – per salvaguardare i posti di lavoro e il patrimonio di professionalità di una azienda così importante nel suo settore».

direttore@varese7press.it

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 21 giugno 2017. Filed under Economia,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *