Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Nei negozi del Canton Ticino si potrà pagare con i “Ticino Coin”, moneta virtuale ideata da un’associazione di Faido

Gli ideatori della monte virtuale ticinese

LUGANO, 21 giugno 2017-Una moneta locale a protezione del territorio, complementare al franco svizzero. È questa l’idea della neonata associazione fondata ufficialmente oggi, mercoledì, “Ticino Coin”. Se ne parla da un po’ e l’intenzione, senza scopo di lucro, è quella di conquistare l’intero Cantone. Gli appassionati che lavorano al progetto sono sei e — come nelle più importanti storie di successo — si parte da uno scantinato di Faido.

“L’utente avrà la possibilità di acquistare i Ticino Coin. Paga cento e riceve centocinque Ticino Coin. Alla nostra associazione si iscriveranno produttori locali e commercianti con una serie di requisiti etici. Da loro si potrà pagare con la nostra valuta”, ha spiegato Michele Fiscalini, una delle menti del progetto, che, alle 11:11 di mercoledì, ha azionato il computer che crea la moneta virtuale.

Caso vuole che, sempre mercoledì pomeriggio alla SUPSI, si sia svolto un seminario chiuso, dedicato agli addetti ai lavori e organizzato dal Servizio di informatica forense del Dipartimento tecnologie innovative, proprio sulle monete virtuali e sui loro possibili rischi. (RSI.CH)

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 21 giugno 2017. Filed under Economia,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *