Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Nel Canton Ticino niente traghetti per il Lago Maggiore: continua lo sciopero contro licenziamenti 34 dipendenti

L’attracco di Locarno chiuso per sciopero

LOCARNO, 26 giugno 2017-Proseguirà anche martedì lo sciopero indetto dai dipendenti del bacino svizzero della Società Navigazione Lago Maggiore (NLM). Lo si legge in una nota inviata lunedì sera dai sindacati SEV, UNIA e OCST, che appoggiano l’azione iniziata domenica mattina per protestare contro il licenziamento di 34 collaboratori, residenti in Ticino, da parte della società di trasporto lacustre. L’obiettivo è far tronare la direzione sui suoi passi e mantenere le attuali condizioni salariali e contrattuali.

Il presidente del Consiglio di Stato Manuele Bertoli e il ministro del territorio Claudio Zali hanno nel frattempo incontrato questa sera a Locarno la delegazione sindacale e delle maestranze. I dettagli dell´incontro verranno discussi dall´assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici chi si terrà domani a Locarno nel primo pomeriggio, si legge ancora nel comunicato. (RSI.CH)

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 26 giugno 2017. Filed under Cronaca,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *