Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Gessica Notaro ambasciatrice di Miss Italia contro il femminicidio

MISS ITALIA 2007 – Gessica Notaro

MILANO, 28 giugno 2017-Sarà la voce forte e determinata di Gessica Notaro, la Miss sfregiata con l’acido a gennaio scorso dall’ex fidanzato, a invadere le piazze e le località della Penisola coinvolte nelle selezioni regionali di Miss Italia. Con un messaggio audio, la nuova Ambasciatrice dello storico concorso di bellezza contro il femminicidio, darà una testimonianza su quanto male possa fare il non amore, fino a raggiungere drammatici epiloghi. Scelta per la sua storia dalla Patron Patrizia Mirigliani come portavoce contro la violenza, Miss Romagna 2007 decide quindi di parlare, e lo fa rivolgendosi a tutti gli italiani e, in particolare, alle ragazze neo-iscritte al Premio e alle loro famiglie. Il momento per Gessica è particolarmente delicato, perché ha subito diversi interventi chirurgici, tra quelli all’occhio sinistro e al viso. Ma per lei la strada verso la riappropriazione della normalità è ancora lunga e le operazioni che dovrà affrontare non sono poche.

La “Miss Coraggio”, come ama definirla la Mirigliani, si rivolge ai suoi interlocutori in questo modo: <oggi ricomincio la mia seconda vita proprio da qui, grazie alla solidarietà della signora Patrizia Mirigliani, la quale non ha esitato un secondo a tendere la sua mano verso di me per aiutarmi. Grazie di cuore Patrizia, grazie a Miss Italia e a voi ragazze un grandissimo in bocca al lupo>>. Sarà questo il messaggio che verrà fatto ascoltare nei luoghi delle selezioni. Con l’occasione, il pubblico sarà invitato a effettuare una donazione sul conto di Gessica. Il numero Iban per il contributo è: IT94U0628524227CC0648113567 (causale: con Miss Italia per Gessica Notaro). Per ulteriori informazioni: https://www.gessicanotaro.com.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 28 giugno 2017. Filed under MILANO,Sociale. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *