Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Gino Marchitelli: milleduecento chilometri in bicicletta per aiutare gli scolari di Visso e Amandola Questa l'impresa dello scrittore e cantautore partito oggi da San Giuliano Milanese

SAN GIULIANO MILANESE, 19 agosto 2017 – di IANTE ROSSETTI

Gino Marchitelli

Milleduecento km, 17 giorni, 15 tappe per i bambini terremotati: questo il viaggio in bicicletta organizzato da Gino Marchitelli, scrittore di Noir, musicista e cantautore, che a partire da oggi 19 agosto intraprenderà questa avvenuta partendo da San Giuliano Milanese fino ad arrivare a Carovigno (BR).

Lo scopo è semplice: sensibilizzare tutti a ricordare le persone colpite dal sisma del 2016 e raccogliere fondi per finanziare laboratori didattici per i bambini dei comuni di Visso e Amandola tenuti da insegnanti specializzati dell’associazione Mus-e Italia Onlus, operativa da 100 anni; l’iniziativa è sostenuta anche da diverse realtà culturali, sociali e istituzionali tra cui l’associazione Il Picchio. Tutti possono aderire al cosiddetto “crowdfunding” (attivo fino al 4 novembre 2017) effettuando un bonifico all’associazione culturale IL PICCHIO con la causale “sostegno progetto bambini terremotati” IBAN IT07R033590160100000070425 di BANCA PROSSIMA o andando direttamente sul sito www.becrowdy.com nella sezione “eventi”, selezionando “1200km in bicicletta per i bambino terremotati” e scegliendo la quota che si intende versare. Tutti coloro che sosterranno il progetto di “Solidarietà attiva” riceveranno in dono uno o più copie (in base alla quota) del libro dello stesso Marchitelli “Ben Tondo e gatto Peppone”, potendone anche regalare ai bambini delle zone terremotate.

“Ho pensato di trasformare il mio dover girare per presentare il libro in un progetto virtuoso collettivo e solidale per provare a sensibilizzare un po’ di persone a riportare l’attenzione sul dramma vissuto dai terremotati”, afferma Marchitelli che diffonde, attraverso il suo libro, un messaggio di tolleranza e aiuto ai meno fortunati. Il primo obiettivo di 3000€ per i primi due laboratori è gia stato raggiunto, ciò che arriverà in più ne potrà finanziare altri. Durante alcune tappe verrà presentato il libro, oltre al progetto. Ma perché proprio la bicicletta? “Perché consente di guardarsi intorno senza sottostare alla velocità della vita quotidiana, perché attraverso questa si ristabilisce un contatto tra uomo e ambiente e in più perché è un mezzo ecologico e intelligente”, spiega ancora Marchitelli. Tutte le informazioni possono essere trovate sui siti ginomarchitelli.com e scrittorefelice.it o sulla pagina Facebook Gino Marchitelli. I luoghi in cui si fermerà l’autore, dove verranno anche organizzate cene ed eventi a favore delle popolazioni terremotate, sono le seguenti: 19 agosto a Gramignazzo (PR), 20 agosto a Cavezzo (MO), 21 agosto a Imola, 22 agosto a Cesenatico, 23 agosto a Fano, 24 agosto a Chiaravalle (AN), 25 agosto a Grottammare, 26 agosto a Fermo, 27 agosto a San Benedetto del Tronto (AP), 28 agosto a Centobuchi (AP), 29 agosto a Pescara, 30 agosto a Termoli, 31 agosto è prevista una giornata di riposo, 1 settembre San Giovanni Rotondo (FG), 2 settembre a Molfetta e 4 settembre a Carovigno (BR).

redazione@varese7press.it

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 19 agosto 2017. Filed under PROVINCIA,Scuola,Sociale. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *