Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Approvato accordo per gestione e valorizzazione grotte dell’Orrido di Cunardo

CUNARDO, 31 ottobre 2017-E’ stata approvato nel Consiglio Comunale di ieri, lunedì 30 ottobre, l’accordo tra Comune di Cunardo, Parco regionale del Campo dei fiori, Gruppo speleologico prealpino e Gruppo grotte CAI di Carnago per la gestione e la valorizzazione dell’Orrido di Cunardo. Le grotte cunardesi rappresentano il più esteso traforo idrogeologico della Lombardia, un complesso carsico costituito da un labirinto di gallerie e grotte, che si susseguono per circa mezzo chilometro, scavate dal torrente Margorabbia. Grazie a questo accordo il Parco del Campo dei fiori si impegnerà a sviluppare la destinazione didattica e la potenzialità turistico-ricettiva del sito, il Comune vigilerà sulla manutenzione delle grotte e delle pertinenze mentre il Gruppo speleologico prealpino e il Gruppo Grotte CAI di Carnago si occuperanno dell’accompagnamento in sicurezza dei visitatori. L’intesa ha una durata di cinque anni.
“Si tratta di un accordo importante per il Comune di Cunardo – commenta l’amministrazione comunale – i nostri straordinari beni naturali sono la ricchezza più grande del territorio. Abbiamo il dovere di rispettarli, di custodirli e di valorizzarli permettendone la fruizione al più alto numero di visitatori, dagli alunni delle scuole ai ricercatori. In questi anni gli interventi di messa in sicurezza degli accessi e della SP 30 hanno aumentato sensibilmente il numero degli ingressi ed era quindi necessario un salto di qualità nella gestione e nella valorizzazione del complesso carsico, che è un patrimonio regionale”.
“Grazie all’impegno del Parco del Campo dei fiori – concludono gli amministratori cunardesi – sarà possibile continuare nell’opera di promozione turistico-didattica dell’Orrido mentre grazie alla collaborazione con il Gruppo speleologico prealpino e con il Gruppo grotte CAI di Carnago continuerà lo studio geologico delle grotte e sarà possibile per tutti i visitatori scoprire in sicurezza le spettacolari gallerie.”
image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 31 ottobre 2017. Filed under PROVINCIA,Tempo Libero. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *