Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

M5Stelle in Regione: “Che fine ha fatto il concorso per giornalisti?”

Il presidente Maroni

MILANO, 30 novembre 2017-E’ stato ulteriormente prorogato il termine per le selezioni per l’assunzione di 11 giornalisti in un concorso indetto dalla Regione Lombardia il 21 novembre 2016.

Gianmarco Corbetta, consigliere regionali del M5S Lombardia, dichiara: “Da mesi ripetiamo che su questo concorso la netta sensazione è che Maroni stia tirando a campare in attesa della prossima legislatura. E’ evidente che i nostri sospetti sono molto fondati. Tra rinvii e proroghe eravamo arrivati al 20 dicembre per chiudere questo benedetto concorso. Ora, grazie a una nuova delibera, la conclusione della procedura di selezione è rinviata al 31 gennaio per consentire agli ammessi di organizzare la presenza ai colloqui, poi incomincerà la campagna elettorale e in Regione si fermerà tutta l’attività amministrativa. Forse ad aprile vedremo le nuove assunzioni.

Sospettiamo che i ritardi dell’iter della selezione pubblica nascondano la volontà politica di tirare avanti il più possibile con gli attuali giornalisti assunti tramite incarico fiduciario. Questa Giunta ha già assunto a chiamata diretta, e non con un concorso, alcuni giornalisti nell’agenzia istituzionale di comunicazione con un passato professionale negli organi di propaganda della Lega.

Maroni deve spiegare questo ritardo che penalizza decine di giornalisti che si sono presentati a un concorso pubblico e che stanno aspettando i risultati da un anno.

Continueremo a tenere monitorata la situazione e quando la procedura sarà terminata andremo a verificare che gli assunti rispettino alla virgola i requisiti del bando”.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 30 novembre 2017. Filed under POLITICA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *