Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Grande rimonta della OPJMetis Varese a Pesaro ma non basta a evitare la sconfitta

PESARO, 3 dicembre 2017- Dopo la pausa per la Nazionale, torna in campo l’OJM che chiede strada a Pesaro all’Adriatic Arena. Tra i marchigiani c’è Kuksiks, fresco d’ingaggio e piacevolmente ricordato come ex con la mano caldissima, ma attenzione anche a Moore, giocatore più utilizzato della serie A e al rimbalzista Mika. Varese punterà ancora una volta sulla difesa e sulla capacità di andare di squadra a rimbalzo. Gara dai due volti con Varese che è apparsa apatica e incapace di reagire per 26′ scivolando fino a -17 per poi reagire guidata da Okoye e Avramovic che a testa bassa hanno riportato sotto l’OJM fino all’incredibile finale. Certo, rimane il rimpianto, ma anche i pochissimi palloni giunti nel pitturato per i lunghi varesini: 4 punti con 1/2 al tiro per la coppia Pelle-Cain. Motivo certi di analisi e discussione dopo una gara che poteva essere alla portata dei biancorossi.

LA PARTITA

Primo quarto
Ceron buca subito da tre punti la difesa varesina, ma Wells risponde con una buona azione personale in post: 3-2 al 1′. OJM che sa far male in contropiede: capitan Ferrero segna anche dalla lunetta e pareggia a quota 5 al 3′. Varese va sotto sul 9-5, ma con difesa e recuperi rimette in pari la situazione: bravo Waller a recuperare un pallone che lancia nuovamente in contropiede Ferrero per il 9-9 del 5′. L’ex Kuksiks si presenta subito con la specialità della casa: bomba e 14-11 rintuzzato subito da Waller che lo attacca in velocità per il 14-13 del 6′. OJM in rottura offensiva, ma finora Pesaro non ne approfitta con due soli punti da lontano di Omogbo: 16-13 all’8′. Divario che arriva a 6 punti quando Monaldi sbaglia i liberi, ma recupera il rimbalzo e segna: 19-13 al 9′.

Secondo quarto
Inizia il periodo col piede giusto Varese con un piazzato di Hollis e una penetrazione centrale di Avramovic: 22-19 all’11′. Kuksiks punge nuovamente da fuori, gli replica Hollis, seppur con un piede sull’arco: 25-21 al 13′. Varese torna sotto dopo aver subito un’entrata di Ancellotti e aver perso Moore dai 6,75: 30-21 al 14′. Okoye si fa in tre per cercare di tenere a galla Varese e una sua tripla centrale vale il 30-25 del 15′. Errore, l’ennesimo di Waller e poi Ceron servito in angolo non perdona: 33-25 seguito da penetrazione di Moore per il +10. Arriva il time out di Caja al 17′. Siccità offensiva che prosegue per i bosini mentre Omogbo allarga il vantaggio interno colpendo da 3: 38-27 al 19′. Mika schiaccia in alley hoop su ottima rasoiata di Bertone e il quarto si chiude con uno screzio tra Pelle e Ceron sul 40-27.

Terzo quarto
Bum bum Okoye in avvio di frazione col nigeriano che infila due bombe consecutive: 43-33 al 21′. Difesa ondivaga per i biancorossi con  Moore che segna da quasi 8 metri il +15: 48-33 al 23′. Pesaro non esprime una grande pallacanestro, ma Varese non riesce a sua volta a costruire delle azioni pericolose così si rimane al 25′ sul 48-35. Ceron in penetrazione fa scivolare Varese a -17 al 26′: 52-35. Piccolo parziale di 0-5 pro Varese con Hollis che buca la retina centralmente dai 6,75 dopo un lungo rimbalzo offensivo: 52-40 al 27′. Tambone con una magia e poi Avramovic dalla lunetta riportano l’OJM sul -10: 54-44 al 29′.

Quarto quarto
Varese alimenta le speranze di rimonta con una tripla a segno di Avramovic in apertura: 56-49 al 31′. Moore, però, respinge subito i sogni varesini replicando dai 6,75: 59-49 al 32′. Pesaro spreca vari palloni pesante e Okoye corre velocemente i 28 metri palla in mano per realizzare il 59-51 al 33′. Wells con un arresto e tiro riporta i suoi a -6: 59-53 al 34′. Varese soffre, anche in attacco dove deve pazientare tanto per trovare qualcosa di buono, ma arriva un parziale di 0-10 con Waller e Wells che si rianimano e sono protagonisti: parità al 35′ a quota 59. Ultimi 3′ con Caja che sceglie di giocare col quintetto piccolo e Okoye da ala forte sul 62-61. Wells attacca Mika e il mismatch vale due punti che tengono Varese sul -1: 64-63 al 38′. Omogbo trova un rimbalzo d’attacco su Okoye che pesa tantissimo: azione da tre punti per lui e 67-63 a -1’31″. Waller sbaglia dall’arco, ma Cain trova un preziosissimo rimbalzo offensivo con la palla che finisce a Okoye che subisce fallo su tiro da tre punti: 3/3 e 67-66 a -83″. E’ ancora Okoye a segnare: la sua tripla vale il pareggio dopo i liberi di Mika a quota 69 a -52″. Mika va ancora in lunetta a -29″: 2/2 e 71-69. Avramovic prende la linea di fondo e va a segnare con l’aiuto del tabellone: 71-71 a -9″. Poi arriva una incredibile magia di Moore: marcatissimo, da 7,5 metri, a una mano trova prima la tabella, poi il canestro: 74-71 con 1′ e 78 centesimi rimasti. Non va l’ultima preghiera di Ferrero e Varese esce sconfitta dalla Adriatic Arena.

Tabellino
VL Pesaro – Openjobmetis Varese 74-71 (22-15, 40-27, 56-46)
Pesaro: Omogbo 14 (3/5, 1/6), Ceron 8 (1/2, 2/4), Mika 11 (3/8), Moore 22 (1/6, 6/12), Bocconcelli ne, Ancellotti 3 (1/3, 0/1), Bertone 6 (3/7, 0/3), Monaldi 4 (2/3, 0/1), Kuksiks 6 (2/7 da 3), Serpilli ne, Moretti ne, Crescenzi ne. Allenatore: Leka.
Varese: Avramovic 9 (2/5, 1/2), Pelle 4 (1/2), Bergamaschi ne, Natali ne, Okoye 22 (3/7, 4/9), Tambone 4 (2/4), Cain, Ferrero 5 (2/4, 0/2), Wells 13 (6/10, 0/2), Waller 7 (2/6, 1/7), Hollis 7 (2/3, 1/4), Seck ne. Allenatore: Caja.
Arbitri: Weidman, Paglialunga, Boninsegna.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 3 Dicembre 2017. Filed under Basket,Sport,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.