Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Bob Dylan non tradisce mai: grande concerto all’Arcimboldi di Milano con molti classici rivisitati

MILANO, 10 aprile 2018 di LUCIANO PRIORI-

  Sono le 20.59 quando Bob Dylan-in concerto ieri al’Auditorium Arcimboldi-e la sua band sale sul palco, adornato da un lungo drappo rosso sullo sfondo, e pochi fari accesi al soffitto.

Mentre le luci si spengono, c’è ancora gente che sta entrando cercando il proprio posto.

Ma non è in ritardo il pubblico ma è Bob Dylan che inizia in anticipo attaccando con  il famoso brano “Things Have Changed”; essendo in serata il cantautore di Duluth, offre al pubblico uno show unico in eccentricità e stile,  non solo della sua musica ma proprio della canzone americana.

La platea si esalta sempre  più e Dyla, un po’ distaccato come suo solito, continua a proporre grandi hit suonando “Highway 61 Revisited”.

Nel protrarsi del concerto ci si può immaginare magari un Dylan prevedibile invece,  come  suo stile è un’avvicendarsi di emozioni che si rincorrono soprattutto sui brani classici come: “Desolation Row” o “Thunder on The Mountain“. La serata si conclude con due bis: “Blowin in the wind”, completamente rivisitata e una “Ballad of a thin man” molto intensa e graffiante.

Dopo un breve inchino, un saluto fugace, Dylan e la band si ritirano dietro il drappo rosso. Qualche istante a luci spente, qualcuno dei fans  spera ad un improbabile ritorno sul palco. Le luci si accendono e il pubblico in fila esce dal teatro. Bob Dylan non cambia mai scaletta, stravolge le canzoni, non interagisce con il pubblico presente, fa le cose a modo suo.

Lo si può sapere, lo si è visto decine di volte, ma ogni volta è come se fosse la prima volta. Quando esci, semplicemente ringrazi che esista un artista che ti sfida a mettere in discussione tutto ciò che pensi o  dai per scontato. 

redazione@varese7press.it 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 10 aprile 2018. Filed under MILANO,Spettacoli&Cultura,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.