Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Nature Urbane Pop-Up: al via la fortunata rassegna culturale varesina

VARESE, 15 maggio 2018 – Come i pop-up, nei libri illustrati per bambini, saltano letteralmente fuori dalle pagine rendendo l’esperienza di lettura interattiva e avvincente, allo stesso modo il Comune di Varese ha ideato NATURE URBANE POP-UP, la nuova rassegna culturale che, in un continuum narrativo con l’edizione autunnale di NATURE URBANE, accende i riflettori sull’aspetto più urbano e intimo del paesaggio, laddove natura ed elemento urbano rappresentano gli antipodi dialoganti del patrimonio paesaggistico di un territorio.

La rassegna, in programma a Varese dal 19 maggio al 24 giugno 2018, sarà un racconto animato di alcuni luoghi simbolo della città giardino che, come in un volume interattivo, sarà affidato ad artisti che a Varese sono nati e hanno trascorso l’infanzia, per poi spiccare il volo verso carriere internazionali: Andrea Chiodi, Francesca Lombardi Mazzulli, Francesca Garolla e Marta Ciappina. A loro è stato chiesto di scegliere un luogo della città caro alla loro memoria e di raccontarlo attraverso diverse narrazioni e linguaggi, dalla musica alla danza contemporanea, dalla letteratura all’arte, dal teatro alle videoinstallazioni.

La Biblioteca Civica, il Castello di Masnago, Villa Mirabello e Villa Panza sono i quattro luoghi prescelti rispettivamente da Andrea Chiodi, Francesca Lombardi Mazzulli, Francesca Garolla e Marta Ciappina che per l’occasione non solo torneranno a Varese, ma lo faranno accompagnati da figure di spicco della scena artistica internazionale con cui hanno avuto modo di lavorare durante il loro percorso di successo.

Sarà Elisabetta Pozzi, una delle più grandi interpreti del teatro italiano, ad affiancare il regista varesino Andrea Chiodi: sabato 19 maggio i due interpreti dialogheranno negli spazi della Biblioteca Civica attraverso pagine di poeti e scrittori scelte direttamente da chi, tra il pubblico, desidera partecipare proponendo i propri testi preferiti.

Per sabato 26 maggio al Castello di Masnago Roberto Balconi, raffinato interprete del repertorio barocco, ha creato un progetto musicale interamente dedicato al compositore tedesco George Friedrich Händel che vede protagonista l’Ensemble Fantazyas e le voci dei soprani Carlotta Colombo e Francesca Lombardi Mazzulli, artista varesina apprezzata nel mondo. Accanto a loro gli attori di Karakorum Teatro e Teatro Periferico, due formazioni varesine specializzate nel teatro in spazi non convenzionali, trasformeranno per una serata lo spazio museale, animandolo di personaggi fuori contesto e situazioni inaspettate.

Villa Mirabello, sede dei Musei Civici, luogo simbolo per eccellenza della memoria nel territorio varesino, è stata scelta per diventare il set di Souvenir di Varese…Ricordo di Varese, installazione teatrale per video e parole, un progetto multimediale di Officina Orsi, a cura di Rubidori Manshaft, Paola Tripoli e Francesca Garolla, che vuole rappresentare una memoria collettiva della città costruita intorno ai racconti dei cittadini che verranno intervistati nel corso di tre giornate, il 15, 16 e 17 giugno.

Il 23 e 24 giugno la scena si sposta a Villa Panza: è qui, nel luogo icona del contemporaneo, dove la luce e il colore degli artisti americani convivono in armonia con gli ambienti antichi, che si esibirà la danzatrice varesina Marta Ciappina su una coreografia di Alessandro Sciarroni, uno dei più importanti coreografi della scena internazionale. Titolo dello spettacolo: TURNING_for Marta.

“Da oggi ha inizio un viaggio emozionante nei luoghi più rappresentativi della cultura varesina – ha dichiarato il sindaco di Varese Davide Galimberti – Una nuova rassegna che apre il percorso che condurrà fino alla seconda edizione del Festival del Paesaggio. Se NATURE URBANE, nella sua prima edizione, ha spalancato i cancelli dei giardini, quelli che hanno dato a Varese il nome di città giardino, con NATURE URBANE POP-UP saranno i luoghi della cultura ad aprirsi alla città. Pagine aperte che, come in un pop-up, sfruttando lo stupore e l’interazione con il pubblico daranno vita ad un’opera d’arte unica: Varese, la città in un giardino” ha concluso il sindaco.

“La Biblioteca Civica, il Castello di Masnago, Villa Mirabello e Villa Panza sono ambienti simbolici ed evocativi che si inseriscono nel paesaggio urbano varesino. Luoghi cari a chi vive la città, spesso incastonati in una memoria legata agli anni della scuola, alle prime visite ad un museo, alla scoperta della lettura. La loro natura non è fatta solo di fiori e piante secolari, ma anche di testimonianze, dipinti, libri e reperti che sanno raccontare l’evolversi della città e dei suoi cambiamenti – ha spiegato l’assessore a cultura e turismo Roberto Cecchi – Si è costruito così un racconto che anima questi luoghi: l’obiettivo è creare, attraverso questi eventi, partecipazione, dialoghi e interpretazioni in chiave contemporanea della natura dei luoghi e della loro identità, attraverso inedite relazioni e nuove modalità di lettura del paesaggio”.

Tutte le informazioni per il pubblico e le modalità di prenotazione saranno disponibili dal 16 maggio sul sito www.natureurbane.it, il portale dedicato al Festival del Paesaggio che durante la prima edizione di NATURE URBANE ha registrato oltre 82mila visualizzazioni di pagina.

Per informazioni: tel. 0332 255477, numero verde 800 350 394 (dal lunedì al giovedì 9.00-12.00 e 14.30-16.30; venerdì, 9.00-12.00).

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 15 maggio 2018. Filed under Spettacoli&Cultura,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.