Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Lega di Varese ha una conferma: “Valerio Crugnola come Scilipoti”

Valerio Crugnola

VARESE, 17 maggio 2018-“La domanda che vogliamo porre al sindaco Galimberti e alla sua sempre più traballante maggioranza è una sola: sono in grado di lavorare per il bene dei Varesini sì o no? Perché ad oggi la risposta che emerge è chiaramente la seconda”. 

Il giorno dopo il passaggio del consigliere comunale Valerio Crugnola dalla lista del vicesindaco Varese2.0 alla lista del sindaco, fatto che ha scatenato la dura reazione del vicesindaco stesso, i vertici cittadini della Lega tornano a criticare “l’inconsistenza di questa maggioranza”.
A parlare sono il Commissario della sezione Andrea Gambini, il Capogruppo Fabio Binelli, il Consigliere comunale Marco Pinti e il Coordinatore cittadino dei giovani Stefano Angei. 
“A quasi due anni dall’inizio del loro mandato – spiegano i quattro leghisti – Galimberti e la sua giunta non sono riusciti a fare nulla di concreto per la nostra Città. E quando parliamo di concreto, intendiamo ovviamente qualcosa di positivo, dal momento che se guardiamo invece a quelli che possiamo definire autentici disastri, allora qualcosa di molto, troppo concreto è stato fatto: un Piano della sosta (mascherato da piano della mobilità), che ha danneggiato e continua a danneggiare l’economia cittadina e la qualità della vita dei cittadini e di chi deve venire in città per lavoro”.
Mentre l’unico cantiere partito “è quello del parcheggio di via Sempione – spiega il Capogruppo Fabio Binelli -, che tuttavia hanno ereditato dalla precedente amministrazione, ovvero la nostra”.
“In compenso – proseguono i vertici della sezione – pur non facendo nulla, o forse proprio perché non hanno altro da fare, riescono a litigare al loro interno e a continuare a dividersi”.
Il Consigliere Marco Pinti fa un’analisi “spietata” sulle ultime vicende della maggioranza. “Il Consigliere comunale Valerio Crugnola è lo Scilipoti di Varese. Molla la lista del vicesindaco, con la quale è stato eletto, e passa nella lista del primo cittadino – commenta Pinti -. In sostanza si trova in disaccordo con la politica di una parte fondamentale di questa maggioranza, ovvero la forza politica che esprime addirittura il vicesindaco, tuttavia vuole restare a far parte della maggioranza, legandosi direttamente al sindaco, ovvero a chi sta un gradino sopra il suo precedente leader. Un comportamente che ricorda quello di Domenico Scilipoti, famoso fondatore dei cosiddetti Responsabili”.
Il Commissario Andrea Gambini taglia corto: “Leggo che il vicesindaco chiede le dimissioni del Consigliere Crugnola, il quale tuttavia ha aderito o starebbe per aderire al gruppo consiliare della lista del sindaco. Questi valzer politici non fanno bene alla Città”.
Quindi, il Coordinatore cittadino MGP-Giovani Leghisti Stefano Angei sottolinea come “ora il vicesindaco Zanzi è rappresentato da un gruppo consiliare di una sola persona, e a scapito suo il sindaco Galimberti ha aumentato la rappresentatività del suo gruppo”.
image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 17 maggio 2018. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *