Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La realtà afghana vissuta a teatro con “L’Ultimo lenzuolo bianco”: spettacolo a Villa Menotti di Cadegliano

CADEGLIANO VICONAGO, 5 giugno 2018- Si terrà sabato 9 giugno a Villa Menotti (inizio ore 21, ingresso libero) lo spettacolo teatrale “L’Ultimo lenzuolo bianco”, tratto dal libro autobiografico di Farhad Bitani 

 Una donna di Kabul, la coraggiosa e saggia Manà, racconta la storia di suo figlio, facendosi sia narratrice che protagonista di questo “viaggio” assieme agli altri due attori che interpretano il giovane Farhad, l’amico Seyar, e gli altri personaggi che prendono vita dai ricordi evocati: dall’Afghanistan all’Italia, dalla famiglia e gli amici di infanzia ai nuovi incontri che cambieranno per sempre la vita di questo giovane ragazzo afghano.

Il viaggio diventa così metafora, assieme al vento di Kabul, di questa ricerca della verità, di se stessi e di Dio. Farhad, figlio di un importante generale dell’esercito mujaheddin, nasce a Kabul nel 1986, in una terra meravigliosa ma devastata dalla guerra e dal fondamentalismo, tra le violenze e l’abuso del nome di Dio, usato per giustificare potere e morte. Tutto sotto lo sguardo indifferente delle potenze occidentali, complici silenziose di una finta guerra per la democrazia. Farhad cresce tra le armi e le esecuzioni che si fanno spettacolo, tra le ricchezze e i lussi di un mondo privilegiato al quale è dura sottrarsi. Una realtà che diventa “normale”, “giusta”. Il resto del mondo è sconosciuto, infedele, peccatore. Unica ancora di salvezza in questo scenario: una madre, donna dolce ma dotata di una forza straordinaria, convinta che anche in tutti i cuori più neri resti un piccolo puntino bianco, una speranza per cambiare, per ritrovare la strada. Arriverà poi l’incontro con il “diverso”, che cambierà per sempre la vita di Farhad e il suo sguardo sul mondo… I personaggi vogliono essere portavoce di un’umanità universale, dove tutti possiamo essere i buoni, i cattivi, le vittime, i carnefici…Tutti possiamo essere i personaggi della storia. Tutti siamo Farhad . Tutti, se vogliamo, possiamo cambiare noi stessi e il mondo.

Tematiche

Protagonista dello spettacolo è l’uomo. L’uomo e il rapporto con l’altro, il diverso, l’uomo e il rapporto con Dio, ma soprattutto l’uomo e il rapporto con sé stesso. Questo spettacolo vuole sfatare l’illusione che il mondo occidentale sia lontano anni luci da questa realtà. Per capire le importanti vicende che accompagnano la nostra quotidianità è necessario conoscere e capire l’altro. I temi che avvolgono la vicenda sono tanti e spaziano dall’abuso di potere alla strumentalizzazione della religione. Il tema del cambiamento è fondamentale: la speranza di poter diventare persone migliori, di creare un mondo migliore, di cambiare grazie al rapporto con gli altri superando il pregiudizio.

SABATO 9 GIUGNO alle ore 21:00

presso VILLA MENOTTI (Via Monico 16) – CADEGLIANO VICONAGO (VA)

per la PREMIERE NAZIONALE ITALIANA di

“L’ULTIMO LENZUOLO BIANCO”

TEATRO BLU – COMP. ANNA BONOMI – COPUF (VA)

Tratto dal libro di Farhad Bitani “L’ultimo lenzuolo bianco”

con Fabrizio Cadonà, Martino Iachetti, Clarissa Pari

Testo di Roberta Colombo

Drammaturgia e regia di Silvia Priori e Roberto Gerbolès

Per informazioni e prenotazioni 0332 590592 – info@teatroblu.it

www.terraelaghifestival.com

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 5 giugno 2018. Filed under Spettacoli&Cultura,Teatro. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.