Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Amici del Cuore e Croce Rossa Italiana di Varese: insieme per fare grandi cose. Donato un elletrocardiografo utile in diverse emergenze

VARESE, 9 giugno 2018- di GIANNI BERALDO-
Le sinergie tra associazioni o enti di volontariato non sono così frequenti, seppur auspicabile.  Oggi questo si è materializzato in maniera importante tra l’associazione varesina “Amici del Cuore” presieduta dal professor Giuseppe Calveri pure primario Cardiologia Ospedale di Circolo, e il comitato varesino della Croce Rossa Italiana associazione la cui presentazione risulta ovviamente superflua, il cui presidente è Angelo Michele Bianchi.

Connubio d’intenti che ha visto Amici del Cuore donare un elettrocardiografo portatile alla Croce Rossa Varesina sempre molto attenta e vicina ai bisogni della gente non solo in ambito sanitario ma in campo sociale più in generale.  Breve ma significativa cerimonia svoltasi al Salone Estense divenuto oramai (e giustamente) la nuova casa di eventi importanti da presentare e rendere noto ai cittadini.

Consegna dell’apparecchio alla quale hanno partecipato (oltre a Calveri, Bianchi la cardiologa Battistina Castiglioni)  il sindaco Davide Galimberti e l’assessore ai Servizi Sociali Roberto Molinari per l’amministrazione comunale ma pure Callisto Bravi in rappresentanza dell’Azienda Sanitari Asst Settelaghi <<Ringrazio davvero di cuore per il grande gesto il professore Calveri-dice Bravi- il quale come presidente di un’associazione di volontariato ha deciso una volta tanto di donare un apparecchio sanitario utilissimo alla Cri e non come solitamente accade in casi analoghi a un’ente ospedaliero. Gesto che riflette la grande umanità dello stesso Calveri e l’associazione che rappresenta>>.

Callisto Bravi con la cardiologa Castiglioni

Umanità e generosità, termini che risuonano come desueti in una società dove troppo spesso prevale un senso marcato dell’Io pensando poco agli altri.

In realtà Varese e provincia in tal senso si smarca in maniera importante, con molte associazioni che operano nel campo del volontariato in ambiti diversi.

Come rimarca il sindaco Galimberti <<oltre a ringraziare i rappresentanti di queste associazioni ancora una volta in prima linea per quanto attiene il benessere psico fisico dei cittadini, un plauso come sempre va esteso a tutti i volontari che si adoperano ogni giorno perchè tutto questo diventi una bella realtà>>.

Il professore Calveri

Ricordiamo che Amici del Cuore è un’associazione Onlus nata diversi anni fa per divulgare un corretto stile di vita, atto a preservare l’importante e vitale funzione del cuore così come tutti gli aspetti di tipo cardiocircolatorio. Molti gli eventi organizzati negli anni, tra cui il più famoso è l’oramai tradizionale giornata intitolata “Cuore e benessere” dove s’instilla nelle cittadinanza quei dettami utili alla cura e prevenzione cardiologica <<Abbiamo pensato che la Cri fosse l”associazione più idonea per utilizzare questo apparecchio- sottolinea Calveri- Noi siamo vicini a questi malati e ogni anno facciamo delle campagne educazionali. Per noi il malato cardiopatico è come un fratello: bisogna stargli vicino seguendolo nella prevenzione della malattia e cura soprattutto>>.

Il sindaco Galimberti

Calveri snocciola qualche dato <<l’incidenza infartuale è diminuita come numero, ma è aumentata come riduzione di età. Francamente non saprei se nella prevenzione è aumentata la sensibilità della gente utile a fare ridurre questa percentuale di malattia così grave in età giovanile, certamente aiuta>>.

Poi alcuni consigli, magari noti ma sempre utili <<lo stress incide moltissimo sul determinismo della malattia. Il consiglio è quindi quello di essere meno stressati conducendo uno stile di vita che contempli una dieta mediterranea, non fumare e fare almeno 100 minuti alla settimana di attività fisica come passeggiate o sport aerobico>>.

Angelo Bianchi

Il futuro della Croce Rossa varesina pare virato sempre più sul sociale, come evidenzia il presidente Bianchi <<Ricordando che la Croce Rossa Italiana è la più antica e forse più importante associazione di volontariato che opera in questo ambito, mi piace sottolineare come noi lavoriamo molto spesso a stretto contatto con altre associazioni che operano in ambiti simili. Noi però stiamo lavorando di più sul sociale. In tal senso abbiamo creato una mensa dove distribuiamo dei pasti alle persone più bisognose, distribuiamo pacchi dono insieme ad altre associazioni cittadine. Insomma cerchiamo di cogliere i bisogni e venire incontro a questo. I volontari hanno senso se sanno riconoscere i bisogni della collettività. Noi cerchiamo di coglierli al meglio delle nostre possibilità e il ruolo che la nostra storia impone>>.

direttore@varese7press.it

 

 

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 9 giugno 2018. Filed under Sanità,Sociale,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.