Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Si parla di sicurezza sul lavoro al convegno organizzato dalla Cgil a Induno Olona

VARESE, 5 luglio 2018-Il 13 luglio 2018 la Cgil di Varese riunisce presso la Villa Porro Pirelli di Induno Olona (VA) il coordinamento dei propri Rappresentanti del Lavoratori per la Sicurezza (RLS) con un seminario dal titolo “Cultura di sicurezza: quali azioni per promuoverla”.

Il D.Lgs 81/2008 tra le misure generali di tutela indica l’integrazione tra prevenzione, condizioni tecniche e produttive, fattori ambientali, organizzazione del lavoro e afferma il rispetto dei principi ergonomici. Questo orientamento richiede lo sforzo di andare oltre un approccio meramente tecnico alla salute e sicurezza sul lavoro. E’ necessario assumere una prospettiva che guardi alle problematiche organizzative, alle condizioni che favoriscono il verificarsi di eventi dannosi alla salute dei lavoratori e delle lavoratrici. Oggi si parla spesso di cultura della sicurezza, ma raramente si chiarisce cosa significhi e cosa si deve fare per attuarla nelle organizzazioni. Il problema degli infortuni e delle malattie professionali è sempre stato al centro della nostra attenzione. Dobbiamo però fare riferimento a un’idea di salute sul lavoro che includa tutti i fattori che contribuiscono al benessere delle persone in un contesto organizzato. Per tutto ciò, con questa giornata seminariale si vogliono affrontare i temi della cultura della sicurezza, del benessere organizzativo e della resilienza negli ambienti di lavoro, proponendoci di fornire alcune indicazioni operative ai nostri RLS.

I lavori del coordinamento saranno realizzati con il contributo di due esperti: Carlo Bisio – Direttore di Cesvor; Domenico Marcucci – Responsabile nazionale sicurezza e salute Filctem-Cgil; Massimo Balzarini, Segretario Cgil Lombardia con delega alla salute e sicurezza.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 5 luglio 2018. Filed under PROVINCIA,Sociale. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.