Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Regione crede nelle emittenti locali: pronti finanziamenti per 2 milioni di euro

MILANO, 10 settembre 2018– Settanta mila euro che produrranno 2 milioni circa di finanziamenti complessivi. A tanto ammonta la misura a favore delle emittenti radiotelevisive locali approvata oggi dalla giunta regionale lombarda su proposta dell’assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Mattinzoli.
OPERAZIONE ALL’INTERNO DI CREDITO ADESSO – “Abbiamo previsto – illustra Mattinzoli – di concedere contributi in conto interessi sui finanziamenti erogati dal sistema bancario e da Finlombarda nell’ambito della misura ‘Credito Adesso’ alle emittenti radiotelevisive locali, proprio perche’ questo settore ha dovuto affrontare e superare i durissimi anni della crisi. Noi siamo sempre al fianco di chi, nonostante le mille difficolta’,continua a dare lavoro e a produrre ricchezza in questo caso non solo economica ma anche culturale. Le emittenti locali, nel fotografare ogni giorno quello che avviene sui territori, svolgono un compito di grande responsabilita’, un vero servizio d’informazione”. 

REQUISITI – I requisiti richiesti alle Radio e Tv sono: non trasmettere televendite per piu’ del 40 per cento della propria programmazione ne’ superare i limiti previsti dalla normativa
vigente per la pubblicita’ radiotelevisiva; aver trasmesso nell’anno precedente programmi informativi autoprodotti su avvenimenti di cronaca, politici, religiosi, economici, sociali
o culturali di rilevanza locale; applicare ai propri dipendenti non giornalisti il contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) di settore e ai dipendenti giornalisti uno dei contratti di lavoro giornalistico per il settore delle imprese radiotelevisive private.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 10 settembre 2018. Filed under MILANO,Sociale,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.