Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Consiglieresti ad altri il tuo capo come persona con cui lavorare? I varesini declinano la proposta

CASTELLANZA, 19 novembre 2018-Consiglieresti ad altri il tuo capo come una persona con cui lavorare?  L’80% delle oltre 600 persone intervistate nella ricerca “Good Boss vs Bad Boss” della LIUC Business School risponde di no.

La ricerca, avviata nel 2017, è frutto di un’indagine realizzata dal Centro sul Cambiamento, la Leadership e il People Management della LIUC Business School, con la collaborazione di IESEG – School of Management, CFMT – Centro di Formazione del Management del Terziario e AIADS – Associazione Italiana di Analisi Dinamica dei Sistemi.

Obiettivo principale è misurare il Net Management Promoter Score (basato su studi dell’Università di Harvard, poi elaborati da Julian Birkinshaw della London Business School) dei capi italiani e identificare quali comportamenti dei capi permettono ai collaboratori di lavorare al meglio.

I risultati saranno presentati nel corso del convegno in programma venerdì 23 novembre 2018 dalle 15.00, dal titolo Good Boss vs Bad Boss – Le nuove competenze dei manager 4.0”.

Il campione degli oltre 600 intervistati comprende persone impiegate a vari livelli in svariati settori, ma il più rappresentato è l’industria.

Conosciamo tutti, intuitivamente, le caratteristiche di un capo efficace – spiega il prof. Vittorio D’Amato, Direttore del Centro sul Cambiamento, la Leadership e il People Management della LIUC Business School – come essere un buon coach, avere carisma, saper motivare e ispirare. La nostra ricerca non parte dai capi stessi ma, appunto, dai collaboratori, per definire il grado di propensione dei lavoratori italiani a consigliare il proprio capo ad amici, colleghi e familiari come una persona con cui lavorare. Il tutto a partire da comportamenti concreti, legati alle prassi lavorative quotidiane”.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 19 Novembre 2018. Filed under PROVINCIA,Sociale,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.