Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

A Varese le malattie cardiovascolari rimangono un grave problema: riuscito l’incontro Cuore e Benessere al teatro Santuccio

VARESE, 24 novembre 2018- di GIANNI BERALDO-

L’intervento del cardiologo Buzzetti

Riuscito come sempre (sono oramai diversi anni che si svolge) l’annuale appuntamento  pubblico intitolato ”Cuore e Benessere”, durante il quale i medici cardiologi della Cardiologia II-diretta  dal professore Giuseppe Calveri- dell’Ospedale di Circolo di Varese, spiegano alla popolazione l’importanza della prevenzione cardiovascolare.

Incontro pubblico svoltosi questa mattina al Teatro Santuccio, che ha visto protagonisti gran parte dei cardiologi ospedalieri, ognuno di loro intervenuto (tempo a disposizione 15 minuti) trattando un tema specifico,  spiegandone cause ed effetti ma soprattutto cosa mettere in atto quanto subentrano fattori di rischio.

Ottima come sempre l’organizzazione affidata alla societa’ di comunicazione e organizzazione eventi Summeet di Varese,  in grado di produrre un programma snello, mai tedioso, grazie al quale il pubblico si e’ sentito coinvolto fin da subito.

L’obiettivo dell’incontro (cosi’ come d’altronde i precedenti) era quello di sensibilizzare la gente a mettere in pratica tutti questi importanti consigli che spesso possono salvare la vita.

Ricordiamo infatti che le patologie cardiovascolari sono le prima cause di morte nel mondo, con una incidenza importante anche in provincia di Varese come abbiamo gia’ spiegato in un precedente articolo sul tema.

Molto interessanti tutti gli interventi, con esposizioni chiare e senza troppi tecnicismi o spesso incomprensibili (per noi comuni mortali ovviamente) termini medici.

Mattinata aperta dallo stesso presidente del convegno Giuseppe Calveri, direttore della Cardiologia II, il quale ha poi ricoperto il ruolo di moderatore insieme al giornalista Gianfranco Giuliani.

L’attuale situazione inerente le malattie vascolari sono state molto ben spiegate dalla cardiologa Battistina Castiglioni, responsabile Struttura Semplice di Cardiologia Interventistica «Cuore e Benessere e’ un appuntamento importante per tutta la citta’. Incontro suddiviso sostanzialmente in due parti: nella prima parliamo di rischio cardiovascolare, diabete, fumo, le incidenze delle malattie cardiovascolari in Italia e quali possono essere i sistemi che ognuno di noi puo’ mettere in atto. Nella seconda parte si entra nel vivo della malattia cardiovascolare, parlando di infarto, di scompenso, di valvolepatie, di pacemaker e quali sono oggi i principali trattamenti per trattare i nostri pazienti», cosi’ il medico varesino.

La cardiologia varesina e’ considerata tra le eccellenze a livello regionale, soprattutto quella diretta dal professore Calveri sempre prodigo nell’attivarsi tramite convegni o incontri pubblici come quello di oggi, utili a far capire e conoscere quanto bisogna ancora fare per affrontare queste malattie nel miglior modo possibile, riducendo al minimo i rischi.

«prima di questo convegno ho letto alcuni dati della nostra ATS che comprende la provincia di Varese Nord e Sud, ma anche la provincia lariana. In questo caso ho evidenziato come anche da noi le morti cardiovascolari la fanno da padrona con oltre 34% di decessi per malattie cardiovascolari. I dati rilevati sono riferiti al 2017 constatando come la mortalita’ per cause cardiovascolari superino quelle per patologie tumorali di per se’ in aumento. Insomma dati che fanno riflettere capendo che dobbiamo e possiamo fare ancora molto in termini di prevenzione», aggiunge la dottoressa Castiglioni.

La dottoressa Battistina Castiglioni

Tutte tematiche utili e interessanti quelle trattate durante il convegno, tra queste da segnalare quello su alimentazione, ossia come la salute del cuore inizia a tavola spiegato dal dottore Fabio Buzzetti; cosi’ come il successivo della dottoressa Ylenia Bertelli incentrato sulla macrobiotica intestinale e il legame con le malattie cardiovascolari.

Noi ne abbiamo segnalato solo due ma in realta’ i temi trattati ( 11 in totale spiegati dai relativi cardiologi) erano tutti di indubbio valore informativo per la popolazione, ancora poca attenta alla cura della persona in termini alimentari e della conduzione di una vita piu’ salutare evitando deleterie situazioni stressanti che altro non fanno che incidere negativamente sulla nostra salute.

Nonostante gli indici qualitativi dicano questo, dobbiamo pero’sottolineare che qualcosa sta cambiando negli ultimi tempi a livello di mentalita’ e di consapevolezza da parte della gente, finalmente attenta  al fattore preventivo e uno stile di vita piu’sano.

Allora speriamo che l’anno prossimo i dati possano rilevare un calo di mortalita’ per malattie cardiovascolari. Soprattutto in provincia di Varese dove purtroppo il trend in tal senso e’ rimasto negativo.

direttore@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 24 Nov 2018. Filed under Sanità,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.