Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Opere di artisti Somsart in mostra alla Galleria Bucaro di Varese: ” Come la perla abbiamo modificato un difetto in pregio”

VARESE, 1 dicembre 2018-di GIANNI BERALDO-

Inaugurata questa mattina alla Galleria Bucaro di via Vetera, una mostra di opere d’arte davvero molto originali, realizzate da artisti di Somsart centro diurno di recupero psichiatrico con sede a Comerio (nato da un’idea del professor Edoardo Balduzzi) che da 25 anni si occupa di riabilitazione utilizzano il linguaggio dell’arte.

Una bella mostra ospitata nell’originale spazio di Francesco Bucaro, presente insieme a Sergio Di Siero, direttore artistico e ideatore della iniziativa insieme a Maria Grazia Crippa.

I veri protagonisti pero’ sono stati loro, quegli artisti capaci di esprimersi grazie alle loro doti, alla loro arte cosi’ pregna di emozioni, di colori, di passione per il bello, da lasciare il visitatore esterrefatto.

Arte e manualita’ intrapresa attraverso le esperienze laboratoriali del Centro, grazie alla quale questi ”pazienti” sono in grado di rielaborare la propria personalita’ rapportandosi al quel modo di concepire, catturare e bloccare nel punto giusto quel frame dello stato emozionale in grado di fare la differenza: nell’arte cosi’ come nella vita.

Bucaro con Di Siero

Stati esperienziali che molti noi nemmeno hanno ma provato, ma che suscitano passioni e voglia di vivere, la stessa che tutti questi artisti hanno diritto di concepire come unica e irripetibile.

Inaugurazione durante la quale, oltre alla proiezione di un filmato che rappresentava tutta l’attivita’ creativa e riabilitativa del Centro, il professore Di Siero ha colto nel segno utilizzando delle metafore importanti per spiegare l’estasi creativa degli ospiti «Noi ci occupiamo di quanto si puo’ trovare attraverso l’arte, come un involucro, oppure una maniera di difenderci. Noi del Centro ci occupiamo della espressivita’ come una perla, un difetto dell’ostrica. Ecco, come la perla noi abbiamo modificato la visione di un difetto in pregio, esattamente quello che fa la Somsart».

Bellissime parole che esprimo al meglio le qualita’ di questo centro di recupero.

In questa occasione e’ stato pure presentato il libro “Un granello di sabbia”, bella edizione con carta patinata e molte foto a colori (scritto da Crippa e Di Siero,) che racconta come e’ nato il progetto Somsart e tutto il percorso che ha portato questa importante struttura rieducativa a tagliare il traguardo di 25 anni di vita.

La mostra sara’ visitabile fino al 7 gennaio (orari di galleria).

direttore@varese7press.it

 

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 1 Dic 2018. Filed under Arte,Sociale,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.