Reddito pro capite: ogni varesino risparmia 2100 euro l’anno

VARESE, 7 gennaio 2019-E’ appena iniziato l’anno nuovo  ma come hanno reagito alla crisi gli italiani nel 2018?  Per comprendere l’andamento dell’economia a livello locale e nazionale, Davide Marciano ha messo a punto il report 2018 sulla ricchezza degli italiani pubblicato da Affarimiei.biz, che raccoglie i dati sul reddito di tutti i cittadini.

Questo studio analizza tutte le province italiane. mettendo a fuoco uno scenario che mette in relazione il reddito pro capite, i depositi in banca degli italiani e la loro capacità di risparmio.

DATI PROVINCIA DI VARESE-I dati di questo studio mostrano che Varese e la sua provincia si trovano in settima posizione rispetto alle altre province lombarde. Gli abitanti di questa zona vantano un un reddito pro capite pari a 26.492 euro, mentre la capacità di risparmio annua dei varesini è di circa 2100 euro a testa, con un patrimonio bancario di 90.800 euro circa, immobili esclusi.

“Secondo quanto emerge dalle informazioni pubblicate dall’ISTAT ciclicamente– dichiara Marciano – la capacità media di risparmio dei nostri connazionali è stata dell’8,1% nel 2017. In considerazione del reddito pro capite, dunque, si nota che ogni cittadino della provincia di Varese ha la possibilità di mettere da parte in media 200-2100 euro all’anno”.

“Sommando questi dati a quelli raccolti dalla FABI circa i depositi bancari – continua – è possibile calcolare l’ammontare delle riserve bancarie, e il dato è che ogni cittadino della provincia di Varese ha un patrimonio di circa 90.800 euro”.

CONFRONTO CON ALTRE PROVINCIE-Rispetto alle altre province della Lombardia, come anticipato, Varese di colloca in settima posizione: Milano è in testa, con oltre 46 mila euro di reddito pro capite. Seguono Brescia (con 28.200 euro), Bergamo (con 27.800 euro), Monza (con 27.600 euro), Sondrio e Mantova con (26.600 euro circa). Quindi c’è Varese, a cui seguono Lecco (26.400 euro), Cremona (con 26100 euro), Como (con 24.800 euro) e infine Lodi (23.300 euro) e Pavia con 21.500 euro di reddito pro capite.

Varese centro

E NEL RESTO DEL PAESE?-Per comprendere meglio questi dati bisogna confrontarli con quelli del resto del Paese: Milano non è soltanto la prima nella classifica regionale, bensì anche in quella nazionale. Infatti, questa metropoli ottiene un punteggio di 2,23 rispetto alla media italiana.

Bolzano si presenta sul podio, con un valore dell’1,81 rispetto alla media nazionale; Bologna vanta un dato dell’1,72. Roma si trova al settimo posto, con un dato pari all’1,52 circa.

Su Affari Miei è possibile consultare il report annuale completo per poter mettere a confronto le informazioni di Varese e della provincia con quella di tutte le altre province italiane.