Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Caos in Venezuela, l’opinione del Veneto Serenissimo Governo

VENEZIA, 28 gennaio 2019-La situazione in Venezuela è grave e sta precipitando, rischia di destabilizzare tutta l’America del sud e non  solo. E’ evidente a tutti che questa crisi è in parallelo con il caos mondiale, ed è una distrazione di massa per coprire l’incapacità dei vari leader a risolvere le baraonde da loro stessi provocate.

Il “disfacimento” del Venezuela fa seguito alla Libia, alla Siria e alle cosiddette “primavere arabe. Noi, come Veneto Serenissimo Governo, erede e continuatore della storia, cultura e tradizioni della Veneta Serenissima Repubblica siamo per il principio della non interferenza di nessuna forza, sia statale o dei mercenari delle ONG, negli affari interni di un qualsiasi paese: siano i popoli a decidere il loro destino.

Per quanto riguarda  i veneti della diaspora in Venezuela e nel resto del mondo, affermiamo solennemente che la loro Patria è il Veneto, e siamo pronti ad accoglierli a braccia aperte, in un Veneto libero e indipendente, che difenderà i loro interessi, perchè sono anche i nostri.

Nel contempo ricordiamo agli ipocriti governanti europei, mentre affermano che deve essere il popolo venezuelano in maniera chiara e trasparente a decidere il proprio futuro, i risultati del referendum del 22 ottobre 2017 in Veneto e del 01 ottobre 2017 in Catalogna: sia il popolo veneto che il popolo catalano, in maniera chiara, trasparente e inequivocabile hanno indicato le loro volontà: vivere in maniera libera, indipendente decidendo del proprio futuro.

Sanguisughe, sfruttatori dei popoli il precipizio si sta avvicinando anche per voi. I popoli si ribellano e vogliono nelle loro mani il proprio destino

Per il Veneto Serenissimo Governo

Il Vicepresidente Valerio Serraglia

image_pdfimage_print
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 28 Gennaio 2019. Filed under Esteri,POLITICA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.