Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Marianna Sala, presidente Corecom: “L’informazione deve essere più corretta nel rappresentare l’immagine della donna”

Marianna Sala

MILANO, 8 marzo 2019 – Garantire, soprattutto nei programmi d’informazione e d’intrattenimento, una sempre più corretta rappresentazione dell’immagine della donna, ancora troppo spesso schiacciata da stereotipi, pregiudizi offensivi e discriminazioni di genere. Questo l’invito del Comitato Regionale per la Comunicazione (Corecom) della Lombardia, in occasione della festa dell’8 marzo.

“L’esigenza di dare una rappresentazione della donna più equilibrata e aderente alla realtà dell’universo femminile – sottolinea la Presidente del CORECOM, Marianna Sala – ha visto nell’ultimo anno un positivo miglioramento, anche grazie agli sforzi prestati dagli organi dell’informazione e dai mass media. Tuttavia, resta ancora molto da fare. In questa ottica, si vedono con estremo favore i recenti interventi dell’Autorità Garante delle Comunicazioni (AGCom) sul tema della discriminazione di genere, e in particolare la delibera n. 442/17/CONS sulla corretta rappresentazione dell’immagine della donna nei programmi di informazione e di intrattenimento e la successiva delibera n. 25/19/CONS sul contrasto ai discorsi d’odio”.

Per tale ragione, il Corecom Lombardia raccomanda a tutti i fornitori di servizi media audiovisivi di continuare a adottare ogni più opportuna cautela, in particolare nel corso delle trasmissioni in diretta e, in ogni caso, a valutare nella predisposizione dell’ordine degli interventi, i possibili rischi di incorrere nel mancato rispetto dei principi richiamati, impegnando direttori, registi, conduttori e giornalisti a porre in essere ogni azione intesa a evitare dubbi o attacchi sull’attendibilità dell’informazione.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 8 Marzo 2019. Filed under MILANO. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.