”Punti di vista da Oriente”, la cittá di Pavia negli scatti fotografici di Zeng Yi e Ma Weiguo

MILANO, 15 aprile 2019- Gli scambi culturali tra Italia e Cina sono frequenti. Se gli italiani offrono la loro visione sul mondo cinese, avviene anche il contrario. Con questo spirito Zeng Yi (1949) e Ma Weiguo (1953) propongono il loro punto di vista sulla città con la mostra “Punti di vista da Oriente” a cura di Susanna Zatti: per una settimana hanno camminato per Pavia, hanno catturato luci e atmosfere particolari, incrociato studenti, curiosato in cortili e palazzi, scoperto statue e ornati architettonici e li hanno “tradotti” in ideogrammi cinesi. Il reportage qui esposto è uno specchio di emozioni, è come guardare in una scatola magica dove la quotidianità è rivisitata da occhi nuovi. Una rilettura della città non condizionata né dalla storia, né dalla cultura, né dall’esperienza, né dalle conoscenze, né dalle memorie e gli affetti.

 Concepita come festival satellite di Photofestival Milano, la prima edizione di Pavia Foto Festival, manifestazione nata per promuovere la fotografia d’autore e concepita come un festival diffuso sul territorio, propone dal 16 aprile al 30 giugno 2019 un calendario di 15 differenti mostre in 14 spazi pubblici e privati, dei quali dodici a Paviauno a Milano (Oasi WWF di via Tommaso da Cazzaniga) e uno a Voghera (NaturaSì di via Lomellina 62).

Nata da un’idea di Davide Tremolada Intraversato e realizzata sotto la direzione artistica di Roberto Mutti con direzione scientifica di Susanna Zatti e Renzo Basora, Pavia Foto Festival presenta i progetti fotografici di 14 autoriEnrico Bedolo, Anna Bussolotto, Luca Cortese, Enrico Doria, Roberto Figazzolo, Alessandra Fuccillo, Gianni Maffi, Marcella Milani, Marco Morandotti, Sara Munari, Milo Angelo Ramella, Bruna Rotunno, Zeng Yi e Ma Weiguo.

Tutte le mostre di Pavia Foto Festival, ognuna delle quali propone almeno dodici immagini, una di queste viene proposta in una versione inedita, di grande dimensione e scomposta grazie ai moduli-cornice del sistema photoSHOWall: pareti fotografiche che offrono soluzioni espositive originali di grande impatto, perfettamente adattabili a palcoscenici inconsueti, per un nuovo “concept” di sistema allestitivo razionale, funzionale e coinvolgente.