Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Festiva dei Diritti Umani: Guerre e Pace il tema di questa edizione alla Triennale di Milano

MILANO, 23 aprile 2019-Sarà un Festival itinerante. Milano, Bologna, Firenze e Romaquattro tappe e 3000 studenti90 ospiti nazionali e internazionali.

Il tema è Guerre e Pace, che declineremo in momenti educativi dedicati ai ragazzi e agli studenti universitari, dibattiti, mostre e progetti fotografici, proiezioni di film dalle rassegne internazionali e iniziative speciali.

Le date del Festival: Milano (2-4 maggio – Triennale Milano), Bologna (7 maggio – Cineteca di Bologna – Cinema Lumière), Firenze (8 maggio – Auditorium Santa Apollonia), Roma (11 maggio – MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo).

Il 2 maggio si comincia, a Milano, in TriennaleDanilo De Biasio, direttore del Festival, ci racconta in questo video i punti salienti dell’edizione 2019, che alternerà momenti di riflessione ad eventi e coinvolgimento, fedeli al nostro slogan: guarda, partecipa, reagisci!

Sul sito del Festival trovate il programma completo, le biografie di tutti i partecipanti, tutte le informazioni sulle giornate e le sezioni che compongono il Festival.

2 maggio: Morire è un mestiere difficile, tranne che in Siria

Il TALK di apertura del Festival è con lo scrittore siriano Khaled Khalifa e con la giornalista Lucia Goracci, un appuntamento che accende ancora una volta i riflettori su un conflitto particolarmente complesso.

Aprirà la serata un intervento di Giorgio Vasta, direttore creativo di Bookpride, che racconterà attraverso letture ed immagini il rapporto che lega la guerra allo scritto e alla parola.

Dopo il TALK inaugureremo il Festival con un brindisi e con i saluti istituzionali.

Alle 21 la proiezione del film in prima europea “Child War Reporters”, della regista yemenita Khadija Al-Salami, che ha scelto di far raccontare la guerra in Yemen direttamente ai bambini, trasformandoli in piccoli registi.

Nei giorni del Festival vi proponiamo di fare con noi un gioco semplice: costruire una definizione comunitaria di PACE.

La domanda è semplice: cosa è la pace per te?

L’invito è a scriverlo su un foglio, sulle mani, raccontalo a voce, con un selfie e una didascalia, insomma con un messaggio, fare una foto o un video della vostra risposta e postarla sui social con l’hashtag di riferimento #sedicopace.

Ogni piccola tessera di questo grande mosaico ci aiuterà a restituire le mille definizioni o pensieri che suscita in noi una parola così elevata.

La serata sarà introdotta da Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 23 Aprile 2019. Filed under MILANO,Sociale,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.