Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arrestati spacciatori nigeriani che agivano area stazione di Gallarate: studenti e lavoratori tra i clienti

GALLARATE, 24 aprile 2019-Sgominata dalla polizia di Stato di Gallarate la banda di spacciatori che agivano alla stazione di Gallarate.

Banda composta da 10 persone di età compresa tra i 21 e 32 anni, tutti richiedenti protezione internazionale e senza fissa dimora.

African Shop, questo il nome dell’operazione antidroga a dire la verità iniziata già a dicembre 2017 anno in cui vennero arrestate 7 persone.

Operazione non conclusa visto che indagini e controlli sono proseguite per tutto l’anno scorso per arrivare agli arresti di questi gionri.

Attività di controllo del Commissariato gallaratese  focalizzata soprattutto in Piazza Giovanni XIII e vie limitrofe, divenute zone di spaccio molto frequentate dai clienti.

Parte della droga sequestrata a casa di uno spacciatore

Controlli che hanno potuto verificare sia da dove veniva reperita la droga sia dove veniva conservata in dosi già pronte da smerciare a studenti e lavoratori che ogni giorno transitano in stazione prima di recarsi in treno nei luoghi di lavoro o di studio.

Monitorando per diverso tempo l’attività illecita dei componenti la banda, gli agenti hanno stimato che quotidianamente ogni componente riusciva a vendere 50 bustine di droga, consentendo di incassare somme anche importanti.

Da qui gli arresti che riguardano 5 persone e altrettante denunciate. Durante le perquisizioni nelle loro abitazioni, in casa di uno spacciatore è stato recuperato un sacchetto contenente mezzo chilo di marjiuana pronta da essere suddivisa in dosi singole.

Oltre a Gallarate l’operazione della polizia, in collaborazione con la polfer,  ha riguardato pure le area stazioni  di Rho, Canegrate, Trecate, Novara e San Vittore Olona.

redazione@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 24 Aprile 2019. Filed under Cronaca,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.