Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Mangia, Bevi e Bici: a Ispra torna la pedalata tra natura, arte e buon mangiare dal sapore antico

VARESE, 17 giugno 2019-di GIANNI BERALDO-

Franzetti, Doridoni e Ribolzi

Una  scampagnata in bicicletta in mezzo alla natura e soddisfacendo pure i propri interessi culturali, assaggiando ottimo vino fin dal punto di ritrovo e partenza situato a Ispra.

Se vogliamo (e con una certa leggerezza da parte nostra) questo é lo spirito che anima gli organizzatori della mainifestaziione ”Mangia, bevi e bici”, che si svolgerá sabato 7 luglio, giunta alla non edizione presentata questa mattina in Camera di Commercio di Varese tra i promotori dell’eventio in qualtiá di Varese Sport Commision.

Una bella idea che comiuga al meglio attivitá fisica, natura con enogatronomia del territorio. Senza dimenticare l’importante ruolo culturale con visite ad alcuni musei situati nei due percorsi di riferimento: uno di 27 l’altro di 43 km con partenza e arrivo a Ispra.

Un cicloturismo alla portata di tutti, una manifestazione che piace sempre di piú e che l’anno scorso ha raggiunto la bellezza di 220 iscritti compresi diversi stranieri «ad un certo punto abbiamo dovuto bloccare le iscrizioni per gli evidenti motivi organizzativi», dice Lorenzo Franzetti una laurea in Storia e ideatore dell’evento insieme alla moglie Alessandra Doridoni (anch’essa presente questa mattina insieme ad Angela Ribolzi, titolare dell’omonimo caseificio), con la quale gestisce la Bottega del Romeo di Ispra.

Infatti l’organizzazione impeccabile prevede tra le altre soste, anche una mangereccie nel cortile dell’antico palazzo pretorio di Angera (di epoca romana), con la possibilitá di degustare una proposta culinaria cucinata direttamente dalla chef Riccardo Baranzini, con piatti derivanti da prodotti dell’antica tradizione angerese: il tutto servito nella ”Tazina”‘, ossia il tipico pane di Angera di tradizione appunto romana «bisogna sapere che Angera é un paese ricco di reperti storici di epoca romana, soprattutto gli archelogi hanno scoperto diversi avanzi di cibo dell’epoca (quello di Angera é il piú importante sito archeologico in Italia che presenta questa particolari caratteristiche), consentendo di ricavarne l’antica composizione facendola rivivere anche oggi», evidenzia Alessandra Doridoni che di storia e tradizioni se ne intende considerato che é laureata in Scienze dei beni Culturali, cosa che le ha permesso di organizzare in modo ancora piú approfondito e particolareggiato tutti i percorsi.

Molto bella l’idea di percorerrere in bicicletta tratti una volta percorribli ma oggi in balia della natura che la fa da padrona, oggi resi ancora viabili grazie al lavoro dei volontari che in questo modo vogliono riappropriarsi della storia dei loro paesi partendo dall’aspetto paesaggistico ma non solo.

Tutto questo sará pure il focus della biciclettata (adatta a chiunque e con qualsiasi tipo di bicicletta) che prevede pure delle soste decisamente culturali come alcuni musei.

Come quello di storia locale a Taino (solo per il percorso breve di 27 km), piccolo ma molto ben conservato e per il quale vale la pena soffermarsi. Oppure torri di epoca romana, antichi lavatoi molto ben conservati anch’essi da riscoprire e presenti sui due percorsi. E molto altro ancora che lasciamo a voi scoprire partecipando.

«fin dall’inizio la nostra idea é quella di sostenere sempre piú il turismo ciclabile, quello slow, godendo di tutte le bellezze naturali, artistiche  culturali piú in generale di cui il nostro territorio é ricco e per questo va fatto conoscere. Compreso ovviamente anche la parte enogastronomica che possiamo vantare di avere», aggiunge Franzetti.

Da notare che tutta l’area compresa nei due percorsi previsti  fa parte del MAB Unesco, ossia  un programma scientifico intergovernativo avviato dall’UNESCO nel 1971 per promuovere su base scientifica un rapporto equilibrato tra uomo e ambiente attraverso la tutela della biodiversità e le buone pratiche dello Sviluppo Sostenibile.

Cosa non da poco e da rivalorizzare, come appunto evidenzia pure Mangia, Bevi e Bici.

Ricordiamo che il costo di partecipazione é di 25 euro indipendentemente dal percorso prescelto (15 euro per bambini con meno di 15 anni) degustazione compresa -4 ticket utilizzabili come si vuole-con la possibilitá di noleggiare  bici in loco, anche quelle a pedalata assistita pur in numero limitato.

Ci si potrá iscrivere entro giovedí 5 luglio direttamente alla Bottega del Romeo a Ispra (Piazza san Martino 63), oppure telefonando al 348 8516760.

direttore@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 17 Giugno 2019. Filed under PROVINCIA,Tempo Libero,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.