Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Milano, nominati componenti Organismo Regionale Anticorruzione (Orac)

MILANO, 2 luglio 2019-Il Preidente Attilio Fontana, ha designato i sette componenti dell’Organismo Regionale Anti Corruzione (Orac), che la legge prevede debbano essere indicati dall’Esecutivo di
Palazzo Lombardia.
Si tratta di: Giovanni Canzio (presidente), Mario Forchetti, Umberto Fantigrossi, Maurizio Bortoletti, Arturo Soprano, Alessandro Bernasconi e Attilio Iodice.
A loro si aggiungono, in base alla legge, i due componenti espressione delle minoranze consiliari, Stefano Bignamini e Marcelli Crivellini, indicati attraverso una comunicazione del
presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi.
L’Organismo Regionale Anti Corruzione, costituito da 9 membri, e’ stato istituito lo scorso 18 settembre, con una legge del Consiglio regionale, sostituendo e riunendo le competenze di Arac, del Comitato controlli e del Comitato per la legalita’ e la trasparenza.
Ha il compito di vigilare sulla trasparenza e la regolarita’ degli appalti e sulla fase esecutiva dei contratti, di valutare e rafforzare l’efficacia del sistema dei controlli interni oltre che supportare nell’attuazione e nell’aggiornamento dei piani di prevenzione.
“Rispetto ai precedenti organismi – spiega il presidente della Regione, Attilio Fontana – l’Orac avra’ funzioni aggiuntive, come l’indirizzo e il coordinamento del sistema dei controlli
interno degli enti del Sistema regionale, oltre al monitoraggio delle procedure di acquisto delle aziende sanitarie, in stretto raccordo con l’Agenzia di controllo del servizio socio-sanitario. Un organismo – prosegue Fontana – che, come ho gia’ avuto modo di dire al momento della sua nascita, e’ patrimonio di tutta la Lombardia e ha la finalita’ di dotare le nostre istituzioni di uno strumento idoneo al contrasto della corruzione”.

Il Presidente Attilio Fontana

L’obiettivo della Giunta regionale e’ quello di garantire autonomia e indipendenza attraverso professionisti con profili di alto profilo e competenza indiscutibili.
A seguire i profili dei componenti dell’Organismo Regionale Anti Corruzione (Orac):
Alessandro Bernasconi, 56 anni, avvocato, professore ordinario
di Diritto processuale penale al Dipartimento di Giurisprudenza
dell’Universita’ di Brescia, presidente dell’organismo di
vigilanza della Fondazione regionale per la ricerca biomedica.
Maurizio Bortoletti, 54 anni, colonnello dell’Arma dei
Carabinieri, laureato in Giurisprudenza e Scienza
dell’amministrazione.
Stefano Bignamini, 64 anni, laureato in Scienze Politiche,
commercialista e revisore legale.
Giovanni Canzio, 74 anni, primo presidente emerito della Corte
di Cassazione, gia’ primo presidente della Corte di Cassazione e
presidente della Corte di appello di Milano, professore a
contratto presso la facolta’ di Giurisprudenza dell’Universita’
Cattolica di Milano.
Marcello Crivellini, laureato al Politecnico di Milano, docente
a contratto di Analisi e organizzazione di sistemi sanitari
presso il corso di laurea di Ingegneria Biomedica del
Politecnico di Milano.
Umberto Fantigrossi, 61 anni, avvocato, consigliere
d’amministrazione dell’Istituto per la scienza
dell’amministrazione pubblica.
Mario Forchetti, generale di Corpo d’Armata, in congedo, della
Guardia di Finanza, 70 anni, laureato in Scienze politiche, in
Scienze della sicurezza economica e finanziaria e in Scienze
internazionali e diplomatiche.
Attilio Iodice, generale di brigata della Guardia di Finanza, in
servizio, 61 anni, direttore coadiutore/coordinatore presso
l’Istituto alti studi per la Difesa, laureato in Giurisprudenza,
in Economia aziendale e in Scienze della Sicurezza
economico-finanziaria.
Arturo Soprano, gia’ presidente di Corte d’appello a Torino e
presidente di sezione di Corte d’appello a Milano, laureato in
Giurisprudenza. (LNews)

image_pdfimage_print
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 2 Luglio 2019. Filed under MILANO,Sociale. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.