Torna la rassegna Le vie dei Pardi al Cinema Iride di Lugano

Cat in the wall

LUGANO, 13 agosto 2019- La tradizionale rassegna ”Le vie dei Pardi” torna dal 18 al 20 agosto al Cinema Iride di Lugano, all’interno del Quartiere Maghetti. L’evento, giunto alla diciottesima edizione, è organizzato dalla Divisione eventi e congressi, in collaborazione con il Locarno Film Festival, CISA, Università della Svizzera italiana (USI) e Cinema Iride, e conferma l’ottima collaborazione tra la Città di Lugano e la manifestazione locarnese. Verranno proiettati quattro lungometraggi provenienti dalle sezioni principali di Locarno – Concorso internazionale, Concorso Cineasti del presente, Piazza Grande e Fuori concorso – nonché un cortometraggio dal programma “Scuole senza frontiere”. L’ingresso è gratuito.

Domenica 18 agosto 18:30 e 21:00 L’apprendistato Concorso Cineasti del presente, di Davide Maldi Italia – 2019 – 84’ v.o. italiano, sottotitoli in inglese All’interno di un prestigioso collegio alberghiero, Luca impara l’arte del servire. Quanto il giovane dovrà sacrificare della propria libertà e adolescenza per lavorare al servizio dei clienti? Continuando una riflessione sulla mercificazione dell’adolescenza, Davide Maldi trova nell’austerità della scuola alberghiera il modo per mettere in scena una nuova “armata Brancaleone”, capitanata da un giovane indomabile che si scontra con un sistema pronto a forgiare servi e padroni. Divertente e spietato, eccellente esempio di un cinema del reale che fa implodere l’immaginario italiano, restituendogli nuova linfa. Daniela Persico Preceduto dal cortometraggio Mancata primavera Scuole senza frontiere 2019 di Michel Voisin Svizzera – 2019 – 18’ Il lamentoso e pignolo signor Verdi vive una relazione burrascosa con i vicini, originari del Senegal.

Baghdad in my shadow

Quando questi si trasferiscono, la solitudine emergerà silenziosamente, costringendolo a guardare la sua esistenze con una nuova consapevolezza. Lunedì 19 agosto 18:30 e 21:00 Cat in the Wall Concorso internazionale di Mina Mileva e Vesela Kazakova Bulgaria/Gran Bretagna/Francia – 2019 – 92’ v.o. inglese/bulgaro, sottotitoli in inglese Cat in the Wall racconta la storia vera di un gatto intrappolato in un muro che cambia le vite di migranti speranzosi, truffatori e brexiteers imborghesiti. Come documentariste, Mina Mileva e Vesela Kazakova sono sempre state temerarie. La rabbia che le anima pervade il loro esordio nella fiction: il film racconta le assurdità e le ingiustizie di una società attraverso gli occhi di Irina, una madre single bulgara la cui permanenza a Londra è continuamente ostacolata. È anche lei, seppur solo metaforicamente, un “gatto nel muro”. Mathilde Henrot

Martedì 20 agosto 16:00 Baghdad in my Shadow. Fuori concorso di Samir Svizzera/Germania/Regno Unito/Iraq – 2019 – 109’ v.o. arabo/inglese, sottotitoli in inglese e tedesco Alla presenza del regista. In collaborazione con il Middle East Mediterranean MEM Summer Summit dell’USI. Un autore fallito, una moglie latitante, un informatico gay clandestino si incontrano in un bar iracheno a Londra. Incitato da uno sceicco radicale, il nipote dello scrittore li aggredisce, mettendo a soqquadro le loro vite. 18:30 e 21:00

La Fille au bracelet

La Fille au bracelet, Piazza Grande di Stéphane Demoustier Francia/Belgio – 2019 – 95’ v.o. francese, sottotitoli in inglese e tedesco Lise, 16 anni, è accusata d’aver ucciso un’amica. Al processo i genitori la sostengono. Ma poi la sua vita segreta emerge. “Ti amo” non vuol dire niente. Tutti dicono “Ti amo”. Queste parole di una semplicità disarmante, pronunciate con nonchalance da una ragazza chiamata al banco dei testimoni, gelano il sangue. Sensazione ricorrente in questo film giudiziario di rara precisione, dove la parola e la sua potenza sono al centro dell’attenzione. La procedura giudiziaria diventa il rituale di una società che processa la propria gioventù. Victor Bournérias