Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Amedeo Benedetti: dal Chievo alla Pro Patria con l'ambizione di sognare in grande. L'intervista.

Busto Arsizio (Va), 9 febbraio 2011- di LUCA FOLEGANI-

In questa Pro Patria indiscutibile sul piano del gioco, si è distinto per i suoi cross e le sue galoppate sulla fascia sinistra il terzino Amedeo Benedetti, classe ’91 con grinta e tecnica da vendere.

In comproprietà tra Chievo e Vicenza, dopo aver fatto tutta la trafila delle giovanili del Chievo è arrivato in prestito a Busto per vivere la prima esperienza nel calcio professionistico che meglio di così non poteva iniziare, integrandosi benissimo nel gruppo e all’interno degli schemi di Novelli per ripagare poi la sua fiducia con prestazioni sempre convincenti e segnando pure un gol nella partita con la Canavese.

Quanto può essere significativa un’annata così travagliata dal punto di vista societario per un calciatore alle prime esperienze?

Molto, ti fa crescere a livello umano e anche a livello calcistico.

In questa situazione quanto è stato importante per te un uomo come mister Novelli?

Molto, finora penso di non averlo deluso e spero di non deluderlo mai. Anche perchè è stato lui a volermi qui (mi aveva infatti visto con la primavera) e a darmi queste opportunità, posso solo ringraziarlo.

Che aspettative hai da questa stagione?

Speriamo di arrivare a fine stagione e conquistare la promozione…ed eccome se ci credo, siamo un ottimo gruppo e mollare sarebbe un peccato anche perchè la squadra è ottima e abbiamo la possibilità di andare fino in fondo. E la partenza di Ripa non ci ha indeboliti, visto che gli attaccanti ci sono: già domenica hanno giocato bene e vedrete che non deluderanno.

E su Pattoni invece cosa dici?

Penso solo che se rilevi una società devi pagare tutti gli stipendi e assumerti tutte le responsabilità.

Che aspirazioni hai per la tua vita calcistica?

Penso che per un giovane la c2 sia un ottimo punto di partenza e spero di arrivare più in alto possibile, e magari anche con la Pro Patria.

E nello spogliatoio con chi leghi di più?

Mi trovo molto bene con tutti, ma se devo fare un nome dico Justino: ultimamente vive pure con me e Rudi.

E invece qual’è il nome a cui ti ispiri nel mondo del calcio?

Diciamo che c’è da imparare da tutti, da piccolo il mio idolo era Recoba perchè giocavo in attacco, ora mi piace Maicon (ha ammesso di essere interista).

Però il sogno sarebbe tornare a vestire la maglia del Chievo?

Certo il sogno sarebbe tornare al Chievo in futuro, però mi piacerebbe anche rimanere a Busto soprattutto se saliamo di categoria.

Intanto noi facciamo i più sentiti complimenti al giovane terzino augurandogli una carriera all’altezza delle sue eccellenti qualità.

Luca Folegani

sport@varese7press.it





image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 9 Feb 2011. Filed under Pro Patria calcio,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.