Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La nuova edizione del Festival della Comicità quest'anno coinvolgerà due provincie: tanti gli artisti famosi che hanno aderito.

Luino, 9 giugno 2011– Torna il Festival della Comicità ed è veramente Lago Maggiore in tour: 16 date tra Provincia di Varese e Verbania Cusio Ossola, tra Verbano e Terre Insubri, da Luino a Busto Arsizio passando per Porto Ceresio, Germignaga, Porto Valtravaglia, Laveno, Leggiuno, con l’ormai classica espatriata in Canton Ticino, e da Cannobio a Stresa, passando per Verbania, Arona, Domodossola e Omegna.

Nata nel 2007 da un’idea di Checco Pellicini e Francesco Salvi, la manifestazione estiva di teatro comico, teatro canzone e cabaret è cresciuta edizione dopo edizione e nell’arco di breve tempo si è fatta conoscere su scala nazionale, avendo fatto ambasciatori del nome del Festival i molti comici nati e cresciuti sul Lago.

I personaggi “di casa” Francesco Salvi, Enzo Iacchetti, Nanni Svampa, Cochi e Renato, i Fichi d’India, Teo Teocoli, Stefano Chiodaroli e persino il premio Nobel Dario Fo, in una intervista a Francesco Pellicini, sono stati ospiti delle passate edizioni insieme a tanti altri nomi di spicco quali Enzo Jannacci, Roberto Brivio, Paolo Hendel, Mogol, Paolo Migone, Alberto Patrucco, Leonardo Manera e ad altri giovani artisti nostrani e non.

Questa nuova edizione si presenta con un nutrito programma di 16 spettacoli ospitati in 14 piazze grazie alla collaborazione con le Amministrazioni Comunali e gli enti locali, tra i quali la Comunità Montana Valli del Verbano, e, soprattutto, con il grande supporto delle Amministrazioni di Provincia di Varese e Provincia di Verbania Cusio Ossola.

La manifestazione, patrocinata da Regione Lombardia – Assessorato Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, gode del sostegno e dei contributi di Fondazione Comunitaria Varesotto onlus e Fondazione Cariplo e dei mediapartner “storici”, il quotidiano La Provincia di Varese e Radio Number One, emittente tra le più seguite della regione subalpina.

A detta di Francesco Pellicini «Il calendario 2011 ha già vinto ancora prima di iniziare. Infatti – continua il Direttore artistico – malgrado la crisi lacerante sempre pronta ad abbattersi sulla povera, ma oltremodo nobile cultura, il 2011 ha “partorito” un Festival del Teatro e della Comicità in prepotente crescita quanto a piazze ed artisti di scena: un concetto inversamente proporzionale alla crisi stessa dunque. Quasi a dirle: beccati questa, alla facciaccia nera e pessimista tua! ».

Un calendario fitto di eventi che inizierà il 17 e 18 giugno con la due-giorni a Luino e si chiuderà il 27 e 28 agosto a Laveno Mombello, in occasione della Mipam (Mostra internazionale di prodotti e animali della montagna).

Tanti i nomi nuovi in cartellone:

Claudio Batta a Domodossola (19 giugno),  Alessandra Casali a Cannobio (24 giugno) Carletto Bianchessi a Porto Ceresio (10 luglio), Henry Zaffa a Stresa (29 luglio), i Treni in corsa a Laveno (27 agosto) e una serata con uno stravagante mix comici con la partecipazione di Riki Bokor, Max Pieriboni, Simona Ghidoni, Fabio Simonelli, Paolo Pellicini e le Mele Marce a Pallanza (30 luglio).

E altrettanti apprezzati ritorni: Alberto Patrucco a Luino (18 giugno), Paolo Migone ad Arona (30 giugno, unico spettacolo a pagamento), Urbano Moffa a Germignaga (1 luglio), Nanni Svampa a Busto Arsizio (7 luglio), Stefano Chiodaroli a Lugano (8 luglio), Francesco Pellicini e band a Leggiuno (14 luglio), Roberto Brivio a Porto Valtravaglia (13 agosto), Luca Maciacchini a Omegna (16 luglio) e, in chiusura del Festival, i Fichi d’India a Laveno (28 agosto).

«Il fatto di avere annesso al Festival anche la “sponda grassa” del Lago e il VCO – spiega Pellicini – è per me un grande sogno che si realizza, ovvero fare dell’intero Lago Maggiore la terra del cabaret per eccellenza, una vera e propria corrente artistica che nulla ha da invidiare rispetto alle troppo forzate e scadenti trasmissioni televisive di comicità odierna. Non ci resta quindi che partire! – conclude – nella speranza di avere dalla nostra il bel tempo, richiesta non da poco sul Lago, che – chissà perché – anche da questo punto di vista, assomiglia agli strambi personaggi che lo abitano di poesia innata».

«Un evento che non smette mai di stupire – ha dichiarato l’Assessore a Cultura e Turismo della Provincia di Varese – Francesca Brianza – il Festival della comicità non solo continua a proporre appuntamenti di alto livello, ma di volta in volta sorprende per la capacità di radicarsi e allargare i comuni coinvolti. E’ ormai diventato un festival di tutta la provincia, visto che il calendario contempla spettacoli in diversi comuni del territorio»





image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 9 Giugno 2011. Filed under Cabaret,Spettacoli,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.