Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Apre la mostra dell'artigianato artistico "Art-Art Varese" utile a scoprire il talento dei nostri artigiani.

Varese, 19 ottobre 2011- di ELENA MAMERI-

Presentato questa mattina al Centro Congressi alle Ville Ponti, uno degli appuntamenti clou nel panorama artistico provinciale. Si tratta della nona edizione della mostra dell’Artigianato Artistico Varesino intitolata “Art -Art Varese – Omaggio all’Italia”, che si terrà il 22 e 23 ottobre 2011, sempre presso il Centro Congressi “Ville Ponti”. Quest’anno la mostra, oltre allo scopo consueto di promuovere il mondo dell’artigianato artistico, si propone anche di omaggiare attraverso le sue opere anche i 150 anni dell’Unità d’Italia.

L’artigianato di qualità italiano è un’eccellenza riconosciuta in tutto il mondo, come è stato sottolineato stamane durante la conferenza stampa, un appuntamento importante organizzato da Promovarese e promossa da Camera di Commercio, Confartigianato Imprese, Cna, e Acai e con il patrocinio di Regione e Fai, oltre al contributo di Provincia e Comune di Varese.

Le sale della Villa Napoleonica ospiteranno ben ottanta opere, frutto dell’abilità e dell’ingegno dei tanti artigiani che operano laboriosamente in tutta la provincia. Punti di forza della mostra sono l’originalità nella progettazione, l’innovazione del processo produttivo e l’accostamento di materiali eterogenei, nonché il talento artistico. Opere dal valore intrinseco, che va oltre a quello del materiale impiegato: dalla lampada realizzata con endoferro e tessuto, al gioiello che si illumina sul corpo.

Ma questa rassegna non è solo un angolo dedicato all’esposizione di opere, bensì un insieme di interessanti iniziative; a partire dall’ospite d’onore Roberto Baggio, non il noto ex campione di calcio, bensì un varesino esperto di gnomica e astronomia che da anni realizza e restaura orologi solari.

L’originale allestimento di tutta la mostra è frutto della collaborazione tra gli artigiani della provincia di Varese e il Politecnico di Milano, progettato da docenti e studenti della Facoltà di Design di uno spazio chiamato “Design e Autoproduzione” dedicato alla dimensione advanced, dove creatività e innovazione daranno a vita a nuovi modi di produrre.

Non mancherà un omaggio particolare a Gianni Robustelli, artigiano scomparso lo scorso anno che per anni ha lavorato con i più grandi designer nel suo “mondo magico” quali erano le fornaci di Cunardo.

I bambini invece potranno divertirsi attraverso il laboratorio “Giro d’Italia”, dove costruiranno tabellone, pedine e dadi di un gioco dell’oca interpretato attraverso alcuni dei monumenti più significativi del nostro paese.

La vera novità è che da quest’anno la mostra continuerà a”vivere” anche dopo questo weekend. Infatti nella serata di sabato 22 ottobre, saranno scelte da una giuria qualificata dieci opere tra quelle in mostra, che andranno a far parte della “ArtArt Collection”, una collezione permanente e destinata a rappresentare l’artigianato varesino nelle più importanti rassegne internazionali.

Con questo evento, come sottolinea Riccardo Pietro Visentin, referente Artigianato Artistico di Confartigianato e consigliere provinciale, si vuole intraprendere un cammino insieme :” L’artigiano di solito è un’entità che lavora da sola, si è capito oggi che bisogna collaborare, andare insieme. E’ necessario creare una rete. Le eccellenze ci sono, bisogna creare qualcosa di creativo e attingere dal passato per l’esperienza e per il Know-how, ma fare un passo verso il futuro”.

In questo momento di forte crisi quest’iniziativa contribuisce nel promuovere il lavoro artigiano dando così una piccola spinta nel far ripartire l’economia. Come ci spiega Bruno Amoroso, Presidente della Camera di Commercio: “Questa crisi ha colpito fortemente l’artigianato, molte aziende hanno chiuso. Si diceva che sarebbe finita, ma si trattava più di speranza che di fatti. Oggi invece si è giunti a una maggiore consapevolezza. Alcune imprese erano già destinate a chiudere, ma per quelle a cui mancava una spinta un piccolo aiuto sono intervenute e interverranno le banche. Noi come Camera di Commercio possiamo fare ancora per migliorare la situazione, ma è più dall’alto che bisogna intervenire…e qui mi fermo!”.

A maggior ragione quindi è consigliabili visitare questa mostra, soprattutto per sostenere e apprezzare e valorizzare l’artigianato locale.

Appuntamento ad ingresso libero, sabato 22 e domenica 23 ottobre, dalle ore 10 alle 22.

Elena Mameri

redazione@varese7press.it

 

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 19 Ott 2011. Filed under Varese,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.