Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Anche il Giappone si interessa alle ricerche scientifiche effettuate all’Insubria Park di Gerenzano.

Gerenzano (Va), 9 novembre 2011-Si è tenuto oggi pomeriggio all’Insubrias Biopark di Gerenzano,  il Parco Scientifico Tecnologico gestito dalla Fondazione Istituto Insubrico Ricerca perla Vita, l’incontro tra  i rappresentanti di undici aziende giapponesi leader a livello mondiale nel settore Biotech-Farmaceutico e i responsabili della Fondazione stessa, accompagnati dalle 19 aziende incubate all’interno del Bioparco.

L’incontro, promosso dalla presidenza della Regione Lombardia, in relazione al programma per l’Italia dell’Organizzazione Commercio Estero del Giappone, JETRO RIT, ha raggiunto un duplice risultato.

Da un lato ha consentito alle aziende giapponesi di conoscere contenuti e sviluppi futuri dei 5 progetti di ricerca attualmente trattati dalla Fondazione, inerenti i temi Agrofood, Antitumorali, Celiachia, Fotovoltaico e Microreattori.

Dall’altro, tramite incontri “uno a uno” tra le varie aziende italiane e giapponesi, di avere informazioni sulle attività in essere e approfondire la possibilità di collaborazioni di ricerca e industriali future.

Il capo delegazione giapponese, Yasuhiko Shioi, presidente della Kokando Co. Ltd, ha dichiarato la sua soddisfazione: “Nel mondo, il settore farmaceutico sta rapidamente evolvendo. Paesi come Cina e India stanno emergendo come nuovi grandi produttori. Abbiamo iniziato da 5 anni una serie di visite per il mondo e abbiamo incontrato i 30 principali gruppi del settore. Tuttavia, siamo oggi molto interessati alle realtà di ricerca biotech-farmacologica italiana, come questa dell’Insubrias Biopark. Anche l’Italia, come il Giappone, ha una storia centenaria di ricerca nel settore, con tecnologie consolidate negli anni che sicuramente sopravvivranno. Inoltre, il particolare sistema delle PMI italiane consente qualità e tempi di sviluppo molto più rapidi e efficaci rispetto ai colossi internazionali. Siamo dunque alla ricerca qualcosa di nuovo, di opportunità non da comprare, ma da sviluppare insieme”.

Il presidente della Fondazione Istituto Insubrico Ricerca perla Vita, Dr. Angelo Carenzi, ha commentato: “E’ nella missione della nostra Fondazione il fatto di confrontarsi con le realtà più avanzate e approfondire le opportunità di ricerca e sviluppo. E’ stato già fatto in passato conla Franciae gli Stati Uniti, attività che si è poi concretizzata con la partnership conla Texas University, ed ora ci proviamo con il Giappone. Mi auguro, inoltre, che le aziende incubate presso il Bioparco abbiano potuto oggi gettare le basi di accordi futuri, così come ad esempio ha già fatto Diasorin che ha da poco attivato una partnership in Giappone per lo sviluppo di un nuovo kit per le leucemie”.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 9 Novembre 2011. Filed under Economia,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.