Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Binelli (Lega Nord) su aree sosta strisce blu: ” Il sindaco Galimberti vuole fare cassa a danno dei cittadini”

VARESE, 13 giugno 2017-L’estensione delle aree di sosta in zona Brunella conferma, per l’ennesima volta, tre aspetti caratterizzanti dell’amministrazione Galimberti:

– l’elevato grado di approssimazione dei provvedimenti (le strisce blu dovevano entrare in vigore dal 1 luglio, invece sono state disegnate prima, rendendo incomprensibile ai residenti come comportarsi)
– la famelica bramosia di Galimberti di fare cassa sui cittadini di Varese (la zona Brunella aveva stalli blu e bianchi a disco, per cui non sussisteva nessuna problematica di sosta prolungata: adesso però devono pagare tutti e sempre)
– la preoccupante propensione alla bugia dell’assessore Andrea Civati.
Riguardo a quest’ultima, basterà ricordare che in sede di discussione del piano sosta, il sottoscritto, a nome della Lega Nord, aveva evidenziato come il provvedimento predisposto prevedeva l’estensione della ZRU (zona urbanisticamente rilevante) all’area della Brunella e a tutta via Crispi, fino all’Aermacchi. Per informazione, nella ZRU il codice della strada prevede che si possa escludere la sosta gratuita. La Lega Nord aveva chiesto che la Brunella fosse esclusa dalla ZRU poiché priva di elementi urbanisticamente rilevanti come stazioni, uffici pubblici, scuole, ospedali e per evitare la definitiva compromissione delle attività commerciali presenti. L’assessore Civati faceva respingere la proposta dal Partito Democratico sostenendo che in zona Brunella e in via Crispi le cose non sarebbero cambiate: dopo due mesi e mezzo, la bugia si è resa evidente. Attendiamo di capire se anche via Crispi diverrà blu.
Ma la città merita tutta queste furbizie dalle gambe corte e il naso lungo?
Fabio Binelli
Capogruppo Lega Nord per l’Indipendenza della Padania
image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 13 giugno 2017. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *