Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Lega alla resa dei conti: ora nella bufera è Roberto Calderoli.

%varese1910 %varese%varese1910 %varese

%varese1910 %varese Roma, 19 aprile 2012- - “Siamo all’incredibile. Si viene infangati per aver fatto il proprio dovere, per aver lavorato e tanto! E tutto questo senza aver mai preso un euro di stipendio, per aver lavorato sette giorni su sette, tutte le settimane dell’anno!”. E’ la risposta piccata di Roberto Calderoli alle ‘accuse’ che gli vengono mosse e sottolinea come della verita’ sia pienamente consapevole anche l’attuale segretario amministrativo del partito. “Mi si infanga – spiega in uan nota – per aver avuto in dotazione da parte del movimento una casa-ufficio dal costo di 2200 euro al mese, quando io ne verso mensilmente 3000 di euro alla Lega Nord”.
“Come ho gia’ spiegato nelle scorse settimane – prosegue Calderoli – da 10 anni svolgo l’incarico di Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord, incarico che mi ha portato a lavorare quasi sette giorni alla settimana, tutte le settimane dell’anno, feste, sabati e domeniche compresi, con una media di quasi 100mila km l’anno, girando in lungo e in largo su tutto il territorio nazionale. Per questo mio lavoro non ho mai percepito un’indennita’ e per anni il movimento mi ha soltanto riconosciuto un rimborso per le spese sostenute, rimborso che e’ stato costantemente e totalmente devoluto al movimento stesso”. “Da un anno e mezzo la Lega Nord – ricorda Calderoli – ha sottoscritto un contratto di affitto per un appartamento a Roma che e’ stato dato in uso a me, come mia residenza e mio ufficio dove poter incontrare, anche riservatamente, i vertici del movimento e delle altre forze politiche. Buona parte dei decreti delegati del Federalismo fiscale sono stati studiati e partoriti in quella sede”. “Io a Roma non ho fatto semplicemente il lavoro di senatore o quello di ministro, o meglio per quattro ministri avendo avuto anche le loro deleghe, – sottolinea – ma ho dovuto svolgere al meglio quanto mi era richiesto dal movimento ovvero il Coordinamento delle stesso nelle sedi istituzionali della Capitale, i rapporti con le altre forze politiche, il ruolo di portavoce del movimento in seno al Governo, oltre a qualunque altra iniziativa delegatami da Umberto Bossi per l’attivita’ ed il bene del movimento”. “Al netto di tutto questo, a fronte di questi accordi sottoscritti con il movimento, – conclude Calderoli – ho beneficiato di uno strumento di lavoro, ma verso 3000 euro mensili al partito e mi faccio carico delle spese che sostengo in qualita’ di Coordinatore del movimento. Tutto quanto da me dichiarato e’ assolutamente circostanziato e dimostrabile e tutto questo e’ noto anche l’attuale Segretario Amministrativo della Lega Nord”. (AGI) .

Posted by on 19/04/2012. Filed under Politica,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>