Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il Comune di Morazzone abbandona il servizio Equitalia. Sindaco Bianchi “Non è gradita”.

Morazzone, 27 aprile 2012– Con delibera di giunta del 26 aprile (in allegato), l’Amministrazione Comunale di Morazzone (4.400 abitanti) guidata dal Sindaco Matteo Bianchi ha deciso di dare il benservito ad Equitalia, la società controllata dall’Agenzia delle Entrate di Attilio Befera, che tanto ha fatto discutere in materia di riscossione dei tributi. La motivazione è duplice, economica e politica, come spiega il Sindaco: «Avremo un risparmio di 9.000 euro annui che servirà ad evitare ulteriori aggravi di imposte ai cittadini già super tartassati da questo Stato vampiro. Inoltre, gestendo autonomamente la riscossione delle imposte locali attuali e pregresse, si eviteranno i fenomeni delle cartelle pazze, pignoramenti insensati, interessi folli e terrorismo mediatico stile Monti/Befera. Chiaramente i tributi locali vanno pagati, ma l’amministrazione pubblica non deve essere la dittatura delle tasse».
Molti, decisamente troppo i suicidi che si sono verificati in tutta la penisola per colpa dell’arrivo delle cartelle di Equitalia: «Non si può morire di tasse. L’approccio che questa società ha avuto nei confronti dei contribuenti è inaccettabile. Io rappresento i miei cittadini e devo garantire l’interesse della mia Comunità. Equitalia qui non è gradita. Non li vogliamo!», continua il Sindaco.
Il contribuente in difficoltà (che non è evasore!) avrà quindi la possibilità di interloquire con lo sportello tributi del Municipio. «Mi auguro che tutti i Comuni seguano questo esempio, dando un segnale concreto di ribellione del territorio locale contro la dittatura statalista delle tasse che serve solo a mantenere i privilegi del parassitismo diffuso in questo Stato. Oltretutto il duo Monti/Befera ci prende anche per i fondelli facendoci credere che tale rigidità servirà ad abbassare le tasse a tutti…Sono senza vergogna perchè è evidente che le imposte possono essere abbassate solo con i tagli agli sprechi pubblici», conclude il Sindaco Matteo Bianchi.
E senza abbassamento delle tasse, l’economia non avrà la possibilità di ripartire.

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 27 Aprile 2012. Filed under PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.