Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Stangata IMU su 40.000 immobili varesini: nelle casse comunali oltre 18 milioni di euro. Ressa agli sportelli.

Varese, 16 maggio 2012- Approvato ieri dalla Giunta comunale il regolamento relativo all’IMU (Imposta Municipale Propria),che ora però dovrà essere approvato pure dal Consiglio Comunale anche se non dovrebbero esserci modifiche ulteriori. Nessuna novità sostanziale rispetto a quanto discusso

DSC014571 320x240 Stangata IMU su 40.000 immobili varesini: nelle casse comunali oltre 18 milioni di euro. Ressa agli sportelli.

Elio Carrrasi con l'assessore Montalbetti

dall’amministrazione comunale nei mesi scorsi, semmai qualche cifra non concordante (il sindaco Attilio Fontana aveva esternato altre cifre nelle scorse settimane) inerente gli introiti derivanti da questa tassa, che per molti cittadini pareva oramai posta nel dimenticatoio con la “caduta” dell’Ici. Regolamento la cui chiave di lettura è stata esplicitata questa mattina durante una conferenza stampa in Comune, dall’assessore al Bilancio Giossi Montalbetti e dall’avvocato Elio Carrasi, dirigente Risorse Finanziarie “ Sostanzialmente questo regolamento ricalca uno schema simile all’Ici-dichiara Montalbetti-. La prima novità è che, giustamente, non verranno modificate quelle norme che garantiscono lo stesso trattamento come prima casa, anche a tutte le persone anziane o disabili ospitate presso case di cura o case di riposo, con l’aliquota iniziale ferma al 4 per mille. Quindi assimilabili all’abitazione principale senza gravare ulteriormente a livello di tasse. Per il resto il regolamento, che dovrà appunto essere approvato in via definitiva dal consiglio comunale, non annovera altre novità eclatanti”.
Prima di addentraci nei meandri regolamentali, ricordiamo cos’è l’IMU. Si tratta di una imposta dovuta a chiunque , persona fisica o giuridica, italiana o straniera, proprietaria di immobili presenti sul territorio comunale, con diritto di reale usufrutto utilizzati come abitazione o altro ancora. La quota Imu base definita da ogni Comune partendo dal 4 per mille per la prima casa, mentre del 7,6 per mille di base per ogni altro immobile di proprietà, fabbricati compresi.
Tra questi pure garage e cantine, che verranno tassati singolarmente se al di fuori dell’abitazione principale (inclusi però nel calcolo dei vani delle singole abitazioni).
Sono circa 40.000 gli immobili varesini interessati a questa imposta, con un introito complessivo di circa 42 milioni e 200mila dei quali 18.670.000 euro destinato al Comune mentre 23.444.000 allo Stato. Una bella somma che peserà ancora una volta sulle tasche dei cittadini, gli stessi che da diverso tempo subissano di telefonate o si recano a centinaia agli sportelli finanziari comunali, alla ricerca di informazioni utili, prima della scadenza iniziale di pagamento fissata per il 18 giugno (la prima rata), le altre invece sono state stabilite per il 17 settembre e 17 dicembre sempre del 2012.
“ Speriamo di avere fatto la giusta chiarezza con questo regolamento, non facile da programmare così non molto semplice da capire almeno inizialmente. Per questo abbiamo attuato una macchina organizzativa e informativa importante-sottolinea Carrasi- composto da un organico importante a livello numerico, in modo tale da supplire ogni esigenza informativa del cittadino. In questo caso il meccanismo è molto semplice: la persona proprietaria dell’immobile che si recherà allo sportello dedicato, dovrà consegnare un documento d’identità e il codice fiscale, da quel momento il calcolo dell’importo da pagare viene definito automaticamente senza margini di errore. Dopodichè per il pagamento effettivo si dovrà utilizzare esclusivamente il modello F24 fino al 1 dicembre, poi si potrà utilizzare anche un bollettino postale.”
Da ricordare che la prima rata è relativa solo all’importo minimo obbligatorio (4 per mille), la seconda invece riguarda il 50% del totale IMU da pagare, la terza è per il saldo finale.
L’altra “sorpresa” non da poco di questa imposta è che l’IMU per la prima casa, non vale per un intero immobile suddiviso in più piani destinato a uso gratuito ad associazioni di volontariato o similari. Infatti come prima casa si definisce solo un piano utilizzato a uso abitativo in generale, mentre per gli altri piani utilizzati appunto da altre associazioni il proprietario dovrà versare tasse come secondo immobile ecc…
Oltre alla possibilità di recarvi personalmente agli uffici finanziari comunali, per saperne di più potete collegarvi al sito www.comune.varese.it
Gianni Beraldo
redazione@varese7press.it

pdf Stangata IMU su 40.000 immobili varesini: nelle casse comunali oltre 18 milioni di euro. Ressa agli sportelli.print Stangata IMU su 40.000 immobili varesini: nelle casse comunali oltre 18 milioni di euro. Ressa agli sportelli.
Posted by on 16/05/2012. Filed under Varese,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>