Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Federica Pellegrini dopo l’eliminazione nelle batterie 400 sl: “Non sto bene: devo fare degli esami clinici completi”

image_pdfimage_print

 Debrecen, 27 maggio 2012 – Federica Pellegrini, eliminata dopo le batterie dei 400 stile libero, non riesce a darsi pace e lancia un grido d’allarme: “Sono totalmente distrutta. Non ho forza nelle gambe e presa in acqua. E’ una prestazione quasi illogica. Escludo qualsiasi coinvolgimento di ansie. Non vorrei avere qualche problema. Al ritorno in Italia mi sottoporro’ ad alcuni accertamenti per escludere patologie. E’ raro che sia cosi’ stanca. Ho cercato di reagire in gara, di cambiare ritmo, ma non ne avevo piu’ di cosi’”.

Federica Pellegrini rileva: “Non sono mai stata un’atleta che si tira indietro. Nuoto 16 chilometri al giorno e ho imparato a resettare le situazioni negative prima di ogni gara. Alle Olimpiadi di Pechino sono arrivata quinta nella finale dei 400 al mattino e ho stabilito il record del mondo nei 200 al pomeriggio. Questa prestazione non puo’ essere interpretata riferendosi all’ 1’55″33 lanciato in staffetta o all’ 1’56″76 per l’oro nella gara individuale.

Ogni giorno che passa sentivo le gambe piu’ dure e mi sentivo piu’ fiacca. Non so neanche se mi sento in questo stato per un possibile sovraccarico di lavoro. Mi e’ capitato con Alberto Castagnetti proprio qui, agli euroindoor di Debrecen del 2007, ma era una situazione completamente diversa. Ripeto: non capisco. Posso anche nuotare in 4’14, ma non faticando cosi’.
Ho nuotato 4’08 nel campionato a squadre, in pieno carico e gareggiando di piu’ in un solo giorno. C’e’ qualcosa che non va. Dobbiamo capire cosa”.

“Al rientro sottoporremo Federica Pellegrini ad una serie di analisi per renderla piu’ serena – ha aggiunto Rossetto – ma sono sicuro che non c’e’ nulla, altrimenti non avrebbe potuto nuotare i 200 con quei tempi, a meno che non sia intervenuto qualche virus fulmineo. Mi spiace che si sia verificato questo episodio. Ma sono certo che lo supereremo insieme. Federica Pellegrini e’ una campionessa. Una persona complessa e a volte troppo chiusa, ma il nostro rapporto si sta consolidando e c’e’ fiducia reciproca. Non dobbiamo preoccuparci. Questa gara non puo’ essere soggetta a interpretazioni tecniche. Questo era e resta un campionato europeo di passaggio. L’obiettivo e’ l’Olimpiade”. “Capita che in un momento di duro lavoro gli atleti possano vivere una giornata negativa – aggiunge il medico federale Lorenzo Marugo – se poi questa giornata coincide con una gara lunga, autonomia residua e poca tolleranza al sacrificio ecco che si raffigura la giornata nera. Non credo che Federica abbia qualche problema di salute; avremmo avuto qualche indicazioni e suppongo me ne avrebbe parlato. Al ritorno a Roma la sottoporremo ad esami del sangue per scongiurare subdole patologie virali che potrebbero incidere sulle capacita’ reattive e sulla forza muscolare. Le ultime analisi risalgono a due mesi fa e non avevano evidenziato anomalie”.

L’Italia del nuoto, comunque, festeggia ancora. Marco Di Tora, Fabio Scozzoli, Matteo Rivolta e Filippo Magnini chiudono gli Europei dell’Italia vincendo la medaglia d’oro nella staffetta 4×100 misti. Gli azzurri con 3’32″80 firmano anche il nuovo record italiano del post ‘costumi gommati’. Medaglia d’argento per la Germania, seconda in 3’34″41. Terzo posto per gli ungheresi in 3’34″57.

Le donne falliscono l’oro, ma conquistano l’argento. Arianna Barbieri, Chiara Boggiatto, Ilaria Bianchi e Alice Mizzau hanno vinto la medaglia d’argento nella staffetta 4×100 misti femminile agli Europei di Debrecen. Il quartetto azzurro si e’ piazzato al secondo posto con 4’01″92, nuovo record italiano, nella finale vinta dalla Germania in 3’58″43, nuovo record dei campionati. Terzo posto per la Svezia (4’05″58). (AGI)

Posted by on 27/05/2012. Filed under Sport,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>