Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Terremoto Emilia: aperto un conto solidarietà. Attivate collette da parte di tutti i cittadini emiliani.

Modena, 29 maggio 2012- Un conto corrente di solidarietà per raccogliere fondi per le zone colpite dal sisma; il riorientamento del piano degli investimenti della Provincia sugli interventi necessari per ripristinare l’agibilità dei manufatti danneggiati; la richiesta al governo di misure straordinarie per cittadini e imprese che hanno subito danni. Sono le misure adottate dalla Giunta della Provincia di Modena per fronteggiare l’emergenza terremoto.

Il conto corrente sul quale è possibile effettuare versamenti è presso la filiale Unicredit di piazza Grande a Modena, codice Iban IT 52 M 02008 12930 000003398693, indicando la causale “terremoto maggio 2012″.

DALLA REGIONE 
La Regione Emilia-Romagna ha attivato una raccolti di fondi per contribuire ai costi del terremoto che ha colpito le province di Modena, Ferrara e Bologna, come annunciato ieri dal presidente Vasco Errani alla conferenza dei capigruppo dell’Assemblea legislativa. Il versamento, distinto per privati ed Enti pubblici, dovrà essere accompagnato dalla causale: «contributo per il terremoto 2012 in Emilia-Romagna.

Queste le indicazioni per i privati: c/c postale 367409 intestato a Regione Emilia-Romagna – Presidente della Giunta Regionale – Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna; oppure bonifico alla Unicredit Banca Spa Agenzia Bologna Indipendenza (Iban IT 42 I 02008 02450 000003010203); oppure versamento diretto nelle agenzie Unicredit Banca Spa, conto di Tesoreria 1 abbinato al codice filiale 3182.

DA FACEBOOK 
Sulla pagina Facebook del Comune di Mirandola sono al momento attive raccolte di biancheria intima per donna di tutte le taglie, contenitori piccoli vuoti per distribuire il sapone, asciugamani, lenzuola monoletto, vestiti per adulti “puliti”

Un tetto per i cittadini della bassa
Il gruppo nasce – d’accordo con l’Assessore all’Ambiente e alla Protezione Civile della Provincia di Modena, Stefano Vaccari – per raccogliere i riferimenti di persone o famiglie della nostra provincia.
DALLA CROCE ROSSA 
La Croce Rossa Italiana ha attivato una raccolta fondi per sostenere gli abitanti dell’Emilia Romagna colpiti dal sisma del 20 maggio. Le donazioni raccolte saranno impiegate nelle operazioni di soccorso e di assistenza alla popolazione.
E’ possibile donare mediante: Bonifico su conto corrente Bancario. Codice IBAN: IT19 P010 0503 3820 0000 0200 208 Intestato a: “Croce Rossa Italiana, Via Toscana 12 – 00187 Roma” presso Banca Nazionale del Lavoro – Filiale di Roma Bissolati Tesoreria – Via San Nicola da Tolentino 67 – Roma Indicare la causale “Sisma Emilia Romagna” (Per donazioni dall’estero codice BIC/SWIFT: BNL II TRR) Conto corrente postale n. 300004 intestato a: “Croce Rossa Italiana, via Toscana 12 – 00187 Roma”. Indicare la causale “Sisma Emilia Romagna”.

Nei singoli comuni della provincia di Modena è partita una vera e propria gara di solidarietà. 

A Sassuolo è allestito anche un punti di raccolta di generi alimentari, attivo tutti i giorni in Piazza Garibaldi, dalle ore 9 alle 21, da inviare al campo di San Felice.

Di seguito elenchiamo alcune delle iniziative messe in campo da enti, associazioni ed organizzazioni di diverso tipo e comunicate alla nostra redazione:

IL PRC ORGANIZZA UNA CASSA DI RESISTENZA PER LE LAVORATRICI ED I LAVORATORI DELLE AZIENDE COLPITE E PER LE FAMIGLIE DELLE VITTIME. AL TERREMOTO RISPONDIAMO CON LA SOLIDARIETA’: NESSUNO DEVE ESSERE LASCIATO SOLO.

Il Prc dell’Emilia-Romagna, in collaborazione con le Federazioni provinciali di Ferrara e di Modena, ha organizzato una cassa di resistenza per dare solidarietà attiva alle lavoratrici ed ai lavoratori le cui fabbriche sono state distrutte dal terremoto, nonché alle famiglie dei lavoratori rimasti uccisi dai crolli.

I versamenti potranno essere effettuati sul conto corrente del Prc Emilia-Romagna: PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA – COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA Via Menganti 8 – 40133 Bologna IT 06 L 02008 12932 000003118146 causale: cassa resistenza terremoto

A FINALE EMILIA COLLETTA NELLE PARROCCHIE

La comunità cristiana è impegnata, fin dalle prime ore dopo il terremoto, a condividere la situazione delle persone in difficoltà, con particolare attenzione alle necessità relative a casa, lavoro e relazioni, per non spezzare i legami già compromessi dall’emergenza. Un segnale importante è arrivato dalla comunità di Medolla: tutti pasti preparati per gli stand gastronomici allestiti in occasione della sagra parrocchiale sono stati offerti alle persone colpite dal terremoto. La Chiesa modenese ha scelto, inoltre, di celebrare a Finale Emilia – e non più in Cattedrale – la Veglia di Pentecoste di sabato 26 maggio, come segno tangibile di vicinanza alle comunità colpite. La celebrazione, presieduta dall’Arcivescovo mons. Lanfranchi, si svolgerà alle ore 21 all’Oratorio Don Bosco.

Conti correnti – con la causale: emergenza terremoto Emilia (obbligatoria)

1) Banco Popolare Società Cooperativa srl – Sede Modena c/c intestato: Arcidiocesi di Modena-Nonantola – Caritas diocesana Corso Duomo 34 41121 Modena IBAN: IT 25 X 05034 12900 000000004682

2) Unicredit Banca – Sede Modena c/c intestato: Arcidiocesi di Modena-Nonantola – Caritas diocesana Corso Duomo 34 41121 Modena IBAN: IT 35 Z 02008 12930 000003106219

3) Banca Popolare dell’Emilia Romagna – Sede Modena c/c intestato: Arcidiocesi di Modena-Nonantola – Caritas diocesana Corso Duomo 34 41121 Modena IBAN: IT 89 B 05387 12900 000000030436

4) Banca Etica – Filiale di Bologna c/c intestato: Arcidiocesi di Modena-Nonantola – Caritas diocesana Corso Duomo 34 41121 Modena IBAN: IT 72 X 05018 02400 000000503060

5) BancoPosta C/C N.17329418 intestato: Curia Arcivescovile di MODENA Corso Duomo 34 41121 Modena IBAN: IT 61 M 07601 12900 000017329418

A FINALE EMILIA IL CENTRO COORDINAMENTO AIUTI DELLA CARITAS

‘A Finale Emilia verra’ attivato un centro Caritas dove poter coordinare gli aiuti per consentire una raccolta delle esigenze e delle opportunita’/risorse che si possono mettere in campo da subito e successivamente. Sara’ anche sede dei coordinamenti interdiocesani e degli incontri con Caritas italiana e il delegato regionale delle Caritas dell’Emilia-Romagna’. Lo comunica, in una nota,la Caritas italiana. Al momento c’e’ ancora tanta paura, anche per il ripetersi delle scosse, e la Protezione civile sta gestendo i campi allestiti dove vengono accolti gli sfollati.

LA DIOCESI DI CARPI ISTITUISCE CONTO CORRENTE PER AIUTI

Per far fronte alle prime necessita’ delle comunita’ colpite dal terremoto, la Diocesi di Carpi ha aperto per il momento un conto corrente dove e’ possibile fare versamenti indicando la causale ‘Emergenza terremoto 2012′. Il conto e’ presso la filiale Unicredit di piazza Martiri, ed e’ intestato alla Diocesi di Carpi (codice Iban IT 09V0200823307000028478401).

Share This Post

Posted by on 29/05/2012. Filed under Cronaca,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>